Basilica di Sant'Apollinare nuovo
(Shutterstock.com)

Per l’occasione si esibirà la Young Musicians European Orchestra in un programma che spazia dal Barocco ai nostri giorni

Il 23 luglio alle – ore 21 – torna nella Basilica di S. Apollinare Nuovo il tradizionale Concerto dedicato a S. Apollinare, Patrono di Ravenna e dell’Emilia-Romagna.

Quest’anno Erconcerti e la Curia Arcivescovile di Ravenna hanno deciso di riportare il Concerto nella sua sede naturale e di offrirlo alla Città con ingresso gratuito.

Per l’occasione si esibirà la Young Musicians European Orchestra in un programma che spazia dal Barocco ai nostri giorni e che presenta solisti scelti tra le fila dei suoi giovanissimi musicisti.

Dopo l’Ave Verum di Mozart, programmato per rendere omaggio alla sacralità della Basilica, il programma prevede il Concerto per violino e orchestra in re minore di Bach (solista Lodovico Parravicini), il Divertimento per viola e archi di Rolla (solista Leonardo Taio), il Concerto op.3 n.11 di Vivaldi (solisti Indro Borreani, Alban Lukaj ed Enrico Mignani) e un entusiasmante brano di Sollima: “Violoncelles, vibrez!” (Solisti Marco Mauro Moruzzi e Raffaella Cardaropoli).

La Young Musicians European Orchestra, strartup Internazionale che dal 2019 ha la sua sede a Ravenna, è’ l’Orchestra italiana con maggiore vocazione per i programmi musicali all’estero e compare al primo posto nella graduatoria del Ministero della Cultura per i Complessi Strumentali Giovanili.

Negli ultimi 12 mesi è stata presente in Vietnam, Israele, Palestina, Libano e Congo oltre che in Sedi di prestigio quali l’Accademia Chigiana.

Caratteristica importante di questa compagine giovanile, che è autogestita, è che spesso i suoi solisti provengono dalla stessa orchestra, in cui si scambiano il ruolo tra solisti e accompagnatori, in un meccanismo che ha il suo modello nella Musica da camera.

L’Ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti.

Il Concerto è reso possibile da Archidiocesi di Ravenna-Cervia, Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna, Eni-Main Sponsor, Sapir, Consar, Banca di Credito Cooperativo, Cidim