Una foto del gruppo di lavoro degli organizzatori

La prima settimana di settembre torna la mostra-mercato. Il sindaco Massimo Isola: “Ho esteso l’invito all’inaugurazione al generale Figliolo”

Il primo fine settimana di settembre torna Made in Italy, la mostra-mercato che porta nelle piazze di Faenza la migliore produzione ceramica italiana. La manifestazione, in quest’anno molto particolare per la città, assume una valenza particolare. Dopo le alluvioni di maggio che hanno travolto interi quartieri della città, con tonnellate di fango e in particolar modo di argilla, delle quali sono ricchissime le nostre colline, che dai letti del Lamone, del Senio e del Marzeno, sono finite nelle abitazioni, nei garage e negli scantinati, oggi più che mai la dizione “La ceramica italiana guarda al futuro”, sottotitolo delle prime due edizioni di Made in Italy (evento ideato durante l’emergenza Covid per colmare il vuoto creato dall’annullamento di Argillà Italia), è quanto mai attuale. La versione, tutta italiana, della manifestazione, con un focus sulla mostra-mercato della ceramica, consentì, in quell’occasione, di garantire maggiori condizioni di sicurezza, ma non mancò di avere un forte richiamo di visitatori e turisti. Fu un successo. All’edizione “straordinaria” del 2020 seguì quella dell’anno successivo, con ceramisti provenienti da tutte le regioni italiane; Faenza seppe offrire al pubblico, anche in quell’occasione, uno spaccato della migliore produzione ceramica italiana. Verificata e consolidata la validità del format e l’apprezzamento da parte della città e del pubblico, Made in Italy è oggi diventato un evento fisso del calendario culturale, a cadenza biennale, negli anni dispari, che si alterna con le edizioni di Argillà Italia. Nel 2023, nel primo fine settimana di settembre (sabato 2 e domenica 3 settembre 2023) le piazze di Faenza torneranno dunque ad accogliere oltre 100 ceramisti italiani che presenteranno opere e oggetti in ceramica di alta qualità, offrendo una panoramica contemporanea sulla produzione artistica, di artigianato e design, dai complementi d’arredo agli oggetti per la casa, agli accessori moda. Dai colori e forme della tradizione alla ceramica di design, dagli oggetti per la casa ai gioielli, dalle piccole sculture agli oggetti per la tavola e la cucina, la mostra mercato di Made in Italy sarà, anche quest’anno, un racconto a più voci sulla ceramica artistica e artigianale italiana, confermando la grande qualità e le capacità artistiche degli artigiani ceramisti che mettono in campo produzioni uniche e, come descrive il titolo stesso della manifestazione: “Realizzate a mano in Italia”. Nell’edizione 2023 di Made in Italy i ceramisti partecipanti sono stati selezionati da una commissione formata da esperti: Benedetta Diamanti, dirigente del Settore Cultura, Dal fango all’argilla, una edizione di Made in Italy nel segno della rinascita Turismo, Sport e Politiche internazionali del Comune di Faenza; Claudia Casali, direttrice del MIC, Matteo Zauli, direttore del Museo Carlo Zauli e Domenico Iaracà, curatore artistico. Come nelle edizioni precedenti, ad affiancare la mostra-mercato ci saranno appuntamenti, mostre ed eventi che porteranno i visitatori a una vera e propria full immersion nella ceramica italiana, tra artigianato, arte contemporanea e design. “A settembre – spiega il sindaco di Faenza, Massimo Isola – tornerà Made in Italy, la grande mostra-mercato dedicata alla ceramica artistica italiana nata nel 2020 in piena pandemia Covid. Terza edizione quella di quest’anno che, in pochissimo tempo, si è consolidata nel panorama delle iniziative del nostro paese quale importante momento di promozione e valorizzazione della ceramica permettendo di proporre, nel centro storico faentino, il meglio della produzione italiana. Saranno oltre cento gli artigiani e i maestri che esporranno la loro proposte. La mostra-mercato verrà affiancata da mostre, laboratori ed eventi legati al variegato mondo plurale della ceramica. Una manifestazione più articolata rispetto alle edizioni precedenti perché inserita in un nuovo format. Quest’anno però, come lo fu per la prima edizione, Made in Italy assume un significato particolare. A tre mesi dalle alluvioni questa manifestazione diventa simbolo della nostra ripartenza, della nostra civiltà, del nostro sistema economico e culturale. Non dimentichiamo infatti che moltissime attività, botteghe e laboratori ceramici della città sono stati inondati dall’acqua e dal fango: per questo, l’edizione di Made in Italy 2023 in qualche modo è dedicata ai nostri artigiani e artisti colpiti profondamente dall’emergenza climatologica. Ora però è il momento di guardare avanti, riprovando a raccontare l’argilla quale elemento di sviluppo e aggiornamento della nostra identità. Sarà l’occasione, dopo l’emergenza, di raccontare al pubblico come la città abbia costruito un nuovo progetto di crescita e di sviluppo, riappropriandosi degli eventi, delle tradizioni e di quegli elementi che fanno parte del nostro essere comunità. Alle giornate di Made in Italy tanti saranno gli esponenti del sistema nazionale legato alla ceramica, sia per partecipare a questo grande momento di crescita economica e culturale della città ma anche per testimoniare come la comunità ceramica si sia stretta attorno a Faenza in un momento di grande difficoltà. Le giornate di Made in Italy saranno inoltre l’occasione per ringraziare le tantissime testimonianze di solidarietà, giunte da singoli e dalle diverse municipalità ceramiche, che ci hanno dato una mano per affrontare il post-alluvione”. Made in Italy si svolgerà in piazza del Popolo e piazza Martiri della Libertà, sabato 2 settembre, dalle 10 alle 23, e domenica 3 settembre, dalle 10 alle 20. Made in Italy è un evento organizzato dal Comune di Faenza, con un grande lavoro di squadra del Settore Cultura Turismo Sport e Politiche internazionali, in collaborazione con Ente Ceramica Faenza, con il contributo e sostegno della Destinazione Turistica Romagna e il contributo della regione E-R per la realizzazione di eventi collaterali