Il bando sull’economia della cultura che mette a disposizione contributi a fondo perduto fino a un massimo di 15.000€, sarà aperto fino a martedì 10 ottobre

C’è tempo fino a martedì 10 ottobre per partecipare a “IncrediBol! 2023”, dodicesima edizione del bando, parte dell’accordo quadro tra Regione Emilia-Romagna Comune di Bologna per lo sviluppo di azioni per il rafforzamento delle industrie culturali e creative dell’Emilia-Romagna, coordinato dal Comune di Bologna col contributo della Regione Emilia-Romagna, per lo sviluppo di progetti d’impresa rivolto alle giovani realtà creative.

“IncrediBol! 2023” mette a disposizione contributi a fondo perduto fino a un massimo di 15.000€ ciascuno, servizi di accompagnamento e consulenza, oltre alla possibilità di partecipare a ulteriori bandi per l’assegnazione di spazi in comodato d’uso nel territorio del comune di Bologna. 
Possono presentare domanda impreseliberi professionististudi associati, e associazioni attivi nel settore artistico, culturale e creativo dell’Emilia-Romagna, con un’età media inferiore ai quarant’anni. 

Dal 2010, “IncrediBol!” favorisce la crescita e la sostenibilità del settore culturale e creativo regionale attraverso il coordinamento di azioni, di risorse e di benefici messi a disposizione da una rete di partner pubblici e privati. Inoltre, il bando è stato tra i primi in Italia ad approcciarsi al settore culturale e creativo nell’ottica del rinnovamento delle competenze, del ricambio generazionale e della sostenibilità economica e sociale dei progetti artistici e culturali. Valori che, oggi, sono in linea con le priorità e con le direzioni proposte dall’Unione europea anche attraverso i fondi di coesione, tra cui i fondi europei di sviluppo regionale attraverso cui, la Regione Emilia-Romagna, sostiene l’edizione del 2023 del bando.

Infine, per far conoscere da vicino le opportunità messe in campo da “IncrediBol!”, a settembre  è prevista una serie di appuntamenti di presentazione, sia online che dal vivo. 

In merito a “IncrediBol! 2023”, rivolto allo sviluppo di progetti d’impresa rivolto alle giovani realtà creative, si è espresso Mauro Felicori, assessore alla cultura e paesaggio della Regione Emilia-Romagna, con le seguenti parole: “Ormai sono tante le misure a sostegno della nascita di nuove imprese, delle start-up, come si dice, soprattutto nell’area culturale e creativa. D’altra parte, sappiamo ormai tutti che è nell’industria culturale che nasceranno sempre più ricchezza e lavoro. Sono tante, davvero, le misure di sostegno, ma nessuna ha ancora raggiunto il fascino di ‘IncrediBol!’, l’apripista, il progetto pilota. Un modello che è ancora un esempio nel selezionare i migliori progetti e nel proporre una modalità integrale, quasi genitoriale, di accompagnamento; capace di superare fredde combinazioni di punteggi, di indicatori e di percentuali. È questa formula che ne permette la sopravvivenza, a fronte di tanta concorrenza, ed è per questo che le auguriamo una vita incredibilmente lunga”, ha concluso Felicori. 

Anche Rosa Grimaldi, delegata del sindaco di Bologna alla promozione economica, attrattività internazionale e Industrie culturali e creative della città metropolitana di Bologna, si è espressa sulle opportunità per lo sviluppo delle giovani realtà creative con queste parole: “Da anni il bando ‘IncrediBol!’ viene lanciato per promuovere l’innovazione nelle industrie creative e culturali. Si tratta di un’iniziativa pionieristica e, cosa ancora più importante, continuativa nel tempo. Questa continuità ha consentito di creare una rete consolidata di attori che contribuiscono con passione, com competenze e con dedizione al successo di questo programma”.

Il bando è disponibile sul sito web www.comune.bologna.it, sul sito web www.culturabologna.it e sul sito web www.incredibol.net.