Il 24 febbraio il concerto per la presentazione dell’album «Sylvatica»; ingresso libero

Sabato 24 febbraio alle 21 all’auditorium «Arcangelo Corelli» di Fusignano si terrà un concerto esclusivo per arpa bardica e voci che vedrà protagonisti Francesco Benozzo e Barbara Zanoni.

L’evento, a ingresso libero, coincide con la prima presentazione del loro album Sylvatica. Canti sciamanici erranti, pubblicato in questi giorni dalla casa discografica Tutl Records delle Isole Faroer (Danimarca), famosa per le sue produzioni nell’ambito della world music.

Il concerto vede Francesco Benozzo alla voce e all’arpa bardica e Barbara Zanoni alla voce e propone suggestivi canti della tradizione sciamanica provenienti da diversi territori (Tuva, Inuit, Estonia, Lapponia, Ainu, Mongolia), intrecciati a brani originali composti per il progetto stesso. È il frutto di oltre un decennio di ricerche in ambito etnografico e artistico dei due autori e di loro esperienze, pratiche e incontri con sciamani di diverse culture. Si tratta di un attraversamento sonoro delle preistoriche visioni animistiche del canto primordiale, con un’attenzione particolare alla sua dimensione energetica e invisibile di cura, di consapevolezza e di incantamento. «Sylvatica è un visionario progetto poetico e musicale – come spiegano i due musicisti – che vive in quell’arcaica e indomita intersezione spazio-temporale in cui si muovono da milioni di anni le foglie sugli alberi, gli uccelli nei cieli, i pesci nei mari».

Il disco, oltre che nel formato cd, è già disponibile anche sulle maggiori piattaforme digitali (Apple Music, Spotify, YouYube, Deezer, TikTok). Nel luglio del 2024 i due artisti si esibiranno, come unici ospiti internazionali, in quattro concerti al Summartónar, il festival musicale delle Isole Faroer.

Francesco Benozzo, poeta e musicista di fama internazionale e professore di Filologia all’Università di Bologna, accreditato del titolo di «Bardo onorario» del Portogallo, è ininterrottamente candidato al Premio Nobel per la letteratura da nove anni, con candidature rese pubbliche dal Pen International, la maggiore associazione internazionale di scrittori e poeti. Nelle sue oltre ottocento pubblicazioni si è anche occupato di tradizioni sciamaniche, indagate nella loro dimensione linguistica e antropologica.

Barbara Zanoni, danzatrice contemporanea, coreografa e cantante, ha creato diversi progetti artistici nell’ambito del femminile sacro e dello sciamanesimo arcaico. Tra i suoi numerosi lavori performativi più recenti, ci sono Le Sirene (insieme ad Anna Palumbo), lo spettacolo Almawild dedicato alle poesie di Alda Merini (insieme ai musicisti Predrag Maric e Milko Merloni), Vera Icone, una performance di danza contemporanea e canto insieme alla scultrice e danzatrice Alice Iaquinta per la compagnia Veku.