Le curatrici maneggiano con cura l'Iconografia Camaldolese, antico volume della Biblioteca Classense
L'Iconografia Camaldolese, antico volume della Biblioteca Classense

L’antico libro della biblioteca Classense di Ravenna ricco di illustrazioni, grazie alla generosità della comunità che ha partecipato a un crowdfunding, sta per raggiungere l’obiettivo

Il crowdfunding per il restauro dell’”Iconografia camaldolese”, antico volume di grande formato, ricco di storia e di bellezza, costituito da 178 carte e da circa 850 stampe, frutto di un lavoro di raccolta e di assemblaggio svolto, probabilmente, da un monaco camaldolese, e conservato nella biblioteca Classense di Ravenna, è entrato in una fase cruciale. Grazie alla generosità di quasi cento sostenitori, col dato aggiornato alle 16.30 della giornata di ieri, venerdì 1 marzo, l’obiettivo del restauro è più vicino. Il tempo e l’uso, infatti, hanno causato al libro danni che richiedono un intervento di restauro urgente per garantire la sua conservazione e la sua accessibilità per le generazioni future.

La raccolta fondi, lanciata dall'”Associazione degli amici della biblioteca Classense”, in collaborazione con la biblioteca stessa, e con le donazioni effettuabili visitando o il link del sito web tinyurl.com/camaldolese o il link del sito web www.ideaginger.it/progetti/riportiamo-a-nuova-vita-l-iconografia-camaldolese-un-racconto-per-immagini.html, si è spinta al momento, alle 16.30 di ieri, venerdì 1 marzo, come prima citato, fino al 67% dell’importo finale, ossia 7300€. Per completarla manca, quindi un importo di 2410€. Al raggiungimento dell’obiettivo della campagna, “Ginger”, la piattaforma in cui è stata lanciata la raccolta fondi, trasferirà i soldi raccolti alla biblioteca bizantina, diversamente li restituirà ai sostenitori. Sarà molto importante il supporto della Bcc che, così come per ogni campagna su “Ginger”, offrirà un importo pari al 20% dell’obiettivo di raccolta, qualora venissero superati i 5840€. Il sostegno della comunità, che finora ha incluso associazioni, guide turistiche, e appassionati e appassionate al mondo della cultura, oltre che diversi noti personaggi cittadini, è fondamentale per portare a termine questa importante missione, specifica una nota.

In merito al crowdfunding per il restauro dell’”Iconografia camaldolese”, si sono espressi Fabio Sbaraglia, assessore alla cultura del Comune di Ravenna, e Silvia Masi, direttrice dell’istituzione biblioteca Classense di Ravenna, con le seguenti parole: “La campagna è entrata in una fase cruciale. Insieme all”Associazione degli amici della biblioteca Classense’, abbiamo compiuto progressi significativi e, grazie al supporto della comunità ricevuto finora, siamo vicini al traguardo. Serve un ultimo sforzo per raggiungere l’obiettivo finale. Ogni contributo conta, indipendentemente dalla sua entità. Con la generosità e col sostegno della cittadinanza, possiamo fare la differenza e raggiungere l’obiettivo entro mercoledì 10 aprile”, hanno concluso Sbaraglia e la Masi.

Per maggiori informazioni è necessario inviare una mail all’indirizzo info@amicibibliotecaclassense.com.