Dalla giornata di ieri, giovedì 11 aprile, lo spazio della Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna possiede i volumi e i documenti donati dal corrispondente della Rai

Dalla giornata di ieri, giovedì 11 aprile, la biblioteca dei chiostri Francescani di Ravenna della Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna si è arricchita di una nuova prestigiosa collezione di libri. Jas Gawronski, storico e apprezzato corrispondente della Rai e uno dei volti più noti dei telegiornali nazionali, infatti, ha donato ufficialmente alla Fondazione sia la collezione dei propri libri, sia altri suoi preziosi documenti personali, tra cui il significativo carteggio con Enzo Bettiza, amico e collega.

L’atto di donazione è stato firmato nella sede della biblioteca dei chiostri, luogo in cui i libri trovano spazio, proprio di fianco ai volumi dello stesso Bettiza, alla presenza di Jas Gawronski; di Ernesto Giuseppe Alfieri, presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna; di Antonio Patuelli, presidente del gruppo bancario La Cassa di Ravenna; di Giancarlo Bagnariol, segretario generale della Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna; e di Guglielmo Scalise, notaio.

Di seguito, una breve biografia di Jas Gawronski, storico corrispondente della Rai e donatore di una prestigiosa collezione di libri alla biblioteca dei chiostri Francescani di Ravenna:

  • giornalista, scrittore e già anche parlamentare europeo, per tanti anni, è stato corrispondente da New York, da Parigi, da Mosca e da Varsavia, e ha curato programmi culturali, scientifici e politici, collaborando con varie tv e con testate nazionali (oltre alla Rai, infatti, ha lavorato anche con Mediaset e con La Stampa). Durante la sua lunghissima e brillante carriera, Gawronski, col tempo, ha raccolto i libri, che sono anche testimonianze puntuali, importanti e rare non solo della sua esperienza umana e professionale, ma anche, e soprattutto, documento storico meravigliosamente prezioso, trasversale tra est e ovest, tra nord e sud del mondo, in epoche e in confini diversi, in sensibilità e in culture molteplici. Tutto questo, poi, si specchia nei libri donati da Gawronski alla Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna I ricordi e le opere del giornalista sono, adesso, conservati nella prestigiosa cornice della biblioteca, nel più ampio contesto dei luoghi dedicati alla memoria dantesca, e, inoltre, sono consultabili attraverso la biblioteca di storia contemporanea “Oriani” di Ravenna