Il corto tedesco How to bury a fish di Elsa van Damke

Il programma

Nuova giornata di proiezioni al teatro Rasi di Ravenna per la 25esima edizione del festival internazionale Corti da Sogni – Antonio Ricci.

Le proiezioni prenderanno il via alle 8,30 – con i bellissimi corti della categoria Film School, riservata ai lavori realizzati dalle scuole internazionali di cinema – per proseguire alle 20,30 (ingresso a 5 euro). Nel corso della serata saliranno sul palco diversi ospiti, tra cui l’attrice faentina Maria Pia Timo, protagonista (insieme ad Alberto Di Stasio, fantastico interprete del direttore di produzione nella serie Boris) del divertente corto La petite mort di Emanuele Daga. Nel corto si intrecciano due storie. Col pretesto di riportarle il portafoglio, un ragazzo un po’ impacciato corteggia la ragazza dei suoi sogni al piano terra del suo palazzo. Nel mentre, la coppia di mezz’età del quarto piano se la spassa con giochi di ruolo erotici per ravvivare il proprio matrimonio, finché i destini delle due coppie si intrecciano…rovinosamente. Maria Pia Timo è un’attrice e comica italiana, nota per il suo istinto da monologhista, la sua versatilità e il suo talento nel creare personaggi memorabili sul piccolo e grande schermo, nonché sui palcoscenici teatrali. In campo cinematografico, memorabile la sua interpretazione di Beatrice Tonelli del film Gli amici del Bar Margherita di Pupi Avati, accanto a Neri Marcorè, e soprattutto l’indimenticabile Lumaca del bellissimo Pinocchio di Matteo Garrone (2019), con Roberto Benigni.

Sempre nel corso della serata sarà protagonista il regista Edo Tagliavini che presenterà assieme alle studentesse e agli studenti del liceo artistico di Ravenna un cortometraggio frutto dei laboratori condotti quest’anno dal circolo Sogni nell’istituto superiore Nervi Severini. “Il corto pensato – spiega Tagliavini- è un piccolo lavoro a matrioska, un corto nel corto nel corto dove, parlando di incubi scolastici, i ragazzi hanno dato corpo a ironiche paure quotidiane”. Le classi, che hanno frequentato il laboratorio, sono state la quarta e la quinta H dell’indirizzo multimediale. Gli insegnanti coinvolti sono Nicola Caruso, Claudio Marcone, Dorina Pignatelli e Luana Vacchi.

La serata prevede diversi corti internazionali e italiani in concorso. La prima opera in programma è You look gorgeous del regista cinese Ruichen Zhang (China). Una sexy modella live-stream, Shasha, inizia ad avere una cotta per il suo vicino di casa dopo aver salvato la giornata durante un incidente di interruzione di corrente. La loro relazione continua a riscaldarsi fino a quando Shasha trova la sua chiavetta segreta; seguirà il corto tedesco How to bury a fish di Elsa van Damke in cui i protagonisti sono dei ragazzi di un istituto speciale che vogliono vincere una sfida: riuscire a realizzare uno stagno con i pesci nel giardino della propria scuola. Un improvviso ostacolo non li farà desistere. Da Israele arriva Deadline di Idan Gilboa mentre dalla giunge dalla Sud Corea il corto Busan, 1999 di Thomas Percy Kim che racconta il ritorno in Corea di una giovane donna che da anni vive negli Stati Uniti. La serata proseguirà con La petite mort di Emanuele Daga seguito dal corto italiano My name is Aseman di Ali Asgari e Gianluca Mangiasciutti. Aseman è una giovane ragazza afgana, timida e riservata, che vive in Italia. Quando le verrà data l’opportunità di mostrarsi al mondo dovrà decidere quanto svelare di se stessa. Seguirà la divertente commedia francese On the Police’s account di Romain Tamino Forge in cui un giovane ingenuo e un po’ svitato ogni giorno si finge poliziotto. Tutto cambia quando il suo destino si incrocia con quattro rapinatori di gioielli. Termineranno la serata l’iraniano Spider-Zan di Maryam Khodabakhsh, sulla forza delle donne che rivendicano la propria affermazione e il corto animato spagnolo Extinct di Raúl Díez Rodríguez: un astronauta torna sulla Terra, la sua missione è fallita e si rende conto di essere l’ultimo uomo sopravvissuto a un’estinzione di massa.

Le proiezioni in programma al mattino prevedono invece la programmazione dei corti selezionati per la sezione Film School a cui partecipano i cortometraggi realizzati dalle grandi università e scuole di cinema, nazionali e internazionali. In sala saranno presente gli studenti delle scuole superiori. Oltre alla visione dei corti sono previsti due ospiti. Il cortometraggio Katvoman di Hadi Sheibani, coraggioso affresco sulla violenza di genere, sarà introdotto da Shervin Haravi, nata in Italia da genitori iraniani, avvocato ed attualmente funzionario presso il Tribunale di Torre Annunziata, una delle voci più autorevoli nel panorama delle attiviste per i diritti umani. Altra ospite della mattinata sarà la regista ravennate Jessica Mariani che presenta il suo cortometraggio Amaranta, delicato racconto famigliare legato al tema della memoria.

Il festival Corti da Sogni è organizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura e la società Cinemaincentro, con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e in collaborazione con la Uicc e l’associazione Solaris. Si ringrazia Ravenna Teatro per la collaborazione e l’ospitalità.

Mercoledì 17 aprile – Teatro Rasi

ORE 8.30

Categoria Film School

Hardflip di Katharina Sporrer (Germania)

Malyshka di Daniel Peña (Spagna)

Der frau ein wolf di Fabiana Fragale (Germania)

Hi grandpa di Aleksander Pakulski (Polonia)

Katvoman di Hadi Sheibani (Iran)

Chimborazo di Keila Cepeda (Spagna)

The steak di Kiarash Dadgar Mohebi (Iran)

Others remained silent di Matic Štamcar (Slovenia)

Amaranta di Jessica Mariani (Italia)

ORE 20.30

You look gorgeous di Ruichen Zhang (China)

How to bury a fish di Elsa van Damke (Germania)

Deadline di Idan Gilboa (Israele)

Busan, 1999 di Thomas Percy Kim (South Korea)

Cortometraggio realizzato dagli studenti del liceo artistico guidati dal regista Edo Tagliavini

La petite mort di Emanuele Daga (Italia)

My name is Aseman di Ali Asgari, Gianluca Mangiasciutti (Italia)

On the Police’s account di Romain Tamino Forge (Francia)

Spider-Zan di Maryam Khodabakhsh (Iran)

Extinct di Raúl Díez Rodríguez (Spagna)

Circolo del cinema Sogni “Antonio Ricci”

Via Dradi 27, 48123 Ravenna

Sito: www.cinesogni.it
Facebook: Circolo Sogni
Instagram: @cortidasogni