Curata da Accademia Bizantina

Torna sabato 20 aprile alle 21 “Libera la musica”, la rassegna curata da Accademia Bizantina al Teatro Goldoni di Bagnacavallo.

Dopo un assaggio con le prove aperte effettuate dall’orchestra a inizio gennaio, il primo appuntamento del 2024 sarà affidato alla “Confraternita della buona musica”, una formazione composta da Alessandro Tampieri (violino), Alessandro Palmeri (violoncello) e Valeria Montanari (clavicembalo).

Il programma della serata ha per titolo “Angeli e Demoni: il celeste e l’infernale nella musica barocca”, con musiche di Corelli, Leclair, Locatelli e Tartini.

Il programma si basa sull’alternanza di brani che sono stati ispirati dall’angelico o dal demoniaco. Corelli, dallo stile apollineo e sublime, è testimone del lato angelico della musica barocca; lo stesso vale per la Passacaglia per violino solo tratta da “Sonate del Rosario” di Biber. Tartini invece è l’espressione del demoniaco, dell’inquietudine in musica. A completare il programma sono due sonate virtuosistiche di due autori che all’epoca furono considerati rivali, con temperamenti e caratteri diversi tanto che uno, Leclair, era soprannominato l’Angelo, mentre l’altro, l’italiano Locatelli, il Diavolo.

Alle 20, presso il Ridotto del Goldoni, il musicologo Bernardo Ticci introdurrà il concerto con informazioni e curiosità sui compositori e le musiche in programma.

I biglietti (con prezzi da 6 a 16,50 euro) si possono acquistare online su Vivaticket oppure direttamente alla biglietteria del Teatro Goldoni la sera del concerto a partire dalle 20.

Il concerto, in collaborazione con il Comune di Bagnacavallo e Accademia Perduta/Romagna Teatri, è sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna e rientra tra gli eventi della Giornata nazionale del Made in Italy 2024, in collaborazione con Confcooperative.

Informazioni:

www.accademiabizantina.it