Il roseto di Persolino

Ammesse 50 varietà di fiori di esperti del settore. Premiazioni anche per la ‘Rosa Faventiae’ tutta dedicata alla città manfreda

Sabato 25 maggio il roseto didattico-sperimentale “Raffaele Bazzocchi” di Faenza, che si trova nella Scuola agraria Persolino di via Firenze 194 a Faenza, sarà protagonista della quarta edizione dell’UNIBO International New Rose Trials, il concorso interazionale delle varietà di rose organizzato dal Dipartimento di Scienze Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna, in collaborazione con la Fondazione Scuola di Pratica Agricola ‘Furio Camillo Caldesi’, dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale ‘Persolino-Strocchi’ e del Comune di Faenza, con il patrocinio della World Federation of Rose Societies e della Società Italiana di Orticoltura. La giuria internazionale, composta da esperti della World Federation, tecnici italiani del verde, paesaggisti e appassionati, valuterà le 50 novità inviate da ibridatori che fanno parte delle più importanti ‘firme’ internazionali del breeding di rosa.

I vincitori verranno giudicati nelle cinque categorie principali di rosa da giardino: Ibridi a grandi fiori; Floribunda; Arbustive; Coprisuolo e Rampicanti. Riconoscimenti andranno anche alla ‘Rosa degli Studenti’, la ‘Rosa Villa Abbondanzi’, la ‘Rosa più profumata’ e la ‘Rosa Faventiae’, destinata all’esemplare che riceverà il punteggio maggiore. La premiazione, alla presenza delle autorità, è prevista nel pomeriggio di sabato 25 maggio a Villa Abbondanzi Resort (via Emilia Ponente 23 – Faenza), partner dell’evento.

Il Roseto didattico del Persolino durante la mattinata non sarà aperto al pubblico così da permettere alla giuria di procedere con la valutazione. Gli appassionati però, già dalle settimane precedenti potranno visitarlo, previa prenotazione, per ammirare le varietà presenti che concorreranno. L’istituto scolastico, inoltre, dopo la giornata di sabato 25 maggio, organizzerà visite guidate alle rose risultate vincitrici.

Per informazioni e prenotazioni per le visite guidate: www.persolinostrocchi.edu.it