Comune e Confindustria insieme alla fiera di Rimini

Insieme per un cammino comune verso la sostenibilità. Il Comune di Ravenna e l’Associazione Emas, costituita all’interno di Confindustria Ravenna da 19 aziende dell’area chimica e industriale, partecipano alla 14 esima edizione di Ecomondo, in programma fino al 6 novembre. La fiera del recupero di materiale ed energia e dello sviluppo sostenibile, è stata inaugurata ieri dal Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo.

Comune di Ravenna e Associazione Emas Apo Ravenna sono ad Ecomondo per presentare il reciproco percorso verso la registrazione Emas, considerata uno strumento utile per dotarsi di un sistema organizzativo efficace per migliorare le performance ambientali.

“Lo sforzo che stiamo compiendo per ottenere le certificazioni ambientali è un modo per rendere tra loro compatibili le diverse vocazioni del nostro territorio, quella turistico-culturale, quella ambientale e quella industriale. Sia Istat che Legambiente hanno riconosciuto in questi anni un positivo cammino compiuto dall’amministrazione – ha spiegato Matteucci. Avere diverse organizzazioni produttive che affrontano in maniera coordinata le criticità ambientali si riflette positivamente anche sulla competitività del territorio, perché agevola la collaborazione tra imprese, lo spirito di negoziazione tra attori industriali e autorità pubbliche”.

“Per la componente industriale si tratta di proseguire un cammino che ha radici profonde, perché nasce negli anni’70, con protocolli ambientali sottoscritti tra industrie e pubbliche amministrazioni – ha aggiunto Baldrati – L’obiettivo di oggi è la registrazione Emas dell’Ambito produttivo omogeneo di Ravenna, che è il primo Apo che si propone per ottenere questo riconoscimento. Obiettivo ambizioso e lungimirante, se si tiene conto che l’Apo è costituito principalmente da imprese attive nel settore energetico e petrolchimico, che investono quotidianamente nella e per la sostenibilità ambientale. La scelta della registrazione di Area è la condizione per garantire la sostenibilità degli investimenti attuali e futuri”.

“Siamo qui insieme ad Ecomondo per presentare quello che abbiamo chiamato un comune cammino verso la sostenibilità. La sfida per lo sviluppo sostenibile infatti non può che essere giocata attraverso una partnership tra attori pubblici e privati, in particolare il mondo delle imprese – ha ricordato Dradi – Questa è la ragione di fondo che ci ha portati a promuovere, insieme a Provincia e Regione, la registrazione Emas dell’Apo Ravenna”.