Accordo con Eurolandia, l’associazione replica alle critiche

Il presidente provinciale Confesercenti, Roberto Manzoni, rispedisce al mittente le critiche sull’accordao tra l’associazione e Eurolandia. “Nel momento in cui le Associazioni del commercio in Provincia si sono impegnate insieme e stanno proponendo uno sforzo comune in primo luogo per contrastare la programmazione commerciale delle istituzioni locali (Piano Provinciale, vicenda outlet e ricorso al Tar a Faenza, intervento congiunto alla Conferenza Economica Provinciale e al Tavolo Provinciale del Commercio per stare alle iniziative più recenti), registriamo con stupore alcune polemiche davvero inutili e pretestuose, una dal Presidente della Confcommercio Provinciale Graziano Parenti e una dal Consigliere Comunale del Pdl Maurizio Bucci, nei confronti delle azioni svolte dalla nostra Associazione a partire da una convenzione stipulata nei giorni scorsi da Confesercenti per le proprie aziende associate che vorranno insediarsi nel complesso di Eurolandia”.

 

“È legittimo – continua Manzoni - avere opinioni diverse, molto meno diffondere notizie non vere.

Stiamo ai fatti che appunto parlano chiaro e da soli, recuperando la memoria che da alcune parti è stata smarrita e su cui ci sono decenni di battaglie trasparenti e conosciute della nostra Associazione.

Su questo intervento di fronte a Mirabilandia, come su quello ben più pesante verso Osteria e la E45 (così come su ESP, Darsena, Mezzano, ecc.) la nostra Associazione è intervenuta e si è espressa negativamente più volte e ha avanzato anche specifiche osservazioni al PSC (8 pagine) prima, al Poc ed al Rue poi, chiedendo modifiche significative, molte delle quali non accolte dall’Amministrazione Comunale.

Per stare giustamente a questi fatti, a proposito di coerenza, questa è stata la nostra posizione. Perché allora scendere a questi bassi livelli di polemica nel confronto tra associazioni, che rischiano di fare il gioco delle Istituzioni?

E per stare alla convenzione sottoscritta da Confesercenti con Eurolandia, noi abbiamo cercato una volta che il complesso è stato autorizzato e costruito (e peraltro non è certo una struttura della grande distribuzione né un outlet) di avere delle opportunità per le aziende associate. Tutto qui senza scomodare grandi strutture della distribuzione che noi non associamo.

Invitiamo infine il Consigliere Comunale Bucci, da cui non prendiamo lezioni di coerenza, almeno ad andarsi a documentare meglio, prima di fare affermazioni infondate sulle nostre attività e posizioni, magari confrontandosi con altri suoi colleghi che anche nelle nostre iniziative, oltre che pubblicamente, hanno espresso ben altre posizioni e giudizi sulle proposte, sul lavoro e sulla “vicinanza” di Confesercenti.

Noi siamo solo vicini e con le piccole e medie imprese che tuteliamo e rappresentiamo con coerenza ovunque, da Ravenna a Bologna a Roma, fino alla Sicilia.”