Giovanni Monti commenta la vicenda e spiega il coinvolgimento di Legacoop

Dopo mesi di silenzio e di ‘no comment’, Giovanni Monti, presidente provinciale di Legacoop, si è lasciato andare a uno sfogo che suona come un “noi ve l’avevamo detto”.

L’argomento è quello che riempie le cronache dalla fine della scorsa estate: Marinara, in particolare il suo ‘flop’.  

A margine della conferenza stampa con cui è stato annunciato il ‘matrimonio’ tra il Consorzio Ravennate e il Ccc di Bologna, Monti ha dichiarato senza giri di parole il suo pensiero. “Ogni tanto leggo di qualcuno che si chiede perché Legacoop Ravenna non intervenga nella questione Marinara. Il motivo è molto semplice: le nostre imprese non c’entrano nulla. E non sono entrate nel progetto perché, fin dall’inizio, lo hanno ritenuto antieconomico. E per questo motivo siamo anche stati accusati di essere troppo chiusi”.

Ora, insomma, non ci si può aspettare che Legacoop Ravenna intervenga per salvare il salvabile. Le parole di Monti hanno colto di sorpresa i giornalisti presenti alla conferenza stampa, visto il riserbo avuto sulla questione nei mesi scorsi. “Oggi – ha scherzato al termine dell’incontro – non potrete certo dire che ho parlato per metafore”. 
(van.ri.)