Al teatro Ebe Stignani

Nella cornice del teatro “Ebe Stignani” di Imola, recentemente ristrutturato, si è tenuta l’assemblea straordinaria e ordinaria della Banca di Imola, del gruppo Cassa di Risparmio di Ravenna Spa.

La parte straordinaria ha riguardato gli adeguamenti dello Statuto resi necessari dalle nuove disposizioni normative.
Durante l’assemblea ordinaria il presidente Alberto Domenicali ha ricordato i principali avvenimenti che hanno segnato il panorama economico dello scorso anno ed ha illustrato le voci del bilancio dell’esercizio 2010 caratterizzate, ancora una volta, da risultati di positivo rilievo.

La raccolta diretta è aumentata dello 0,9 % rispetto al 2009, arrivando a quota 1.454 milioni di euro.
La raccolta indiretta si è incrementata del 11,0% attestandosi a 1.394 milioni; complessivamente, la raccolta globale ha realizzato una crescita dell’5,6% rispetto al 2009, raggiungendo i 2.848 milioni di euro.

Sul fronte dei dati economici, il margine di intermediazione si è attestato a 58,5 milioni di euro (+9,3%)  mentre l’utile di esercizio, al netto delle imposte, si è fissato a 10,3 milioni di euro registrando una crescita dell’1,0% realizzata pur in presenza di  importanti e prudenziali rettifiche sui crediti per far fronte alle difficoltà del contingente periodo economico.
Gli impieghi con la clientela, pari a 1.255 milioni di euro, hanno avuto un incremento dell’1,4% rispetto all’anno precedente.
Il rapporto “sofferenze/impieghi netti” è risultato pari all’ 1,34%.

Il presidente ha ricordato che il piano di sviluppo della Banca è proseguito nel 2010 con l’inaugurazione a gennaio dell’agenzia di Porretta Terme (Bo) e a febbraio con quella di Pianoro (Bo) mentre, nel mese di novembre, è stata inaugurata una nuova agenzia di città, l’ag. G, in piazzale Michelangelo ad Imola, sotto il grattacielo.

Complessivamente le agenzie della Banca di Imola sono 42 (35 si trovano nella provincia di Bologna, 5 in quella di Ravenna, 1 nella provincia di Ferrara e 1 in quella di Firenze), mentre il Gruppo opera complessivamente con 140 sportelli bancari e 28 finanziari.
I dipendenti sono 1.086 di cui 271 della Banca di Imola.
Si è provveduto anche all’elezione di un componente del Consiglio di Amministrazione confermando l’avvocato Silvia Villa, già cooptata nel corso dell’anno.
Tutti i punti all’ordine del giorno sono stati approvati all’unanimità.

E’ stato infine riconfermato, per il terzo anno consecutivo, il dividendo record dell’anno passato, pari ad euro 1,085 per azione, che sarà distribuito agli azionisti a partire dal 26 maggio prossimo.