All’Almagià l’appuntamento con soci e cittadini

Contenere i prezzi della spesa alimentare e di altre voci rilevanti del bilancio familiare, offrire convenienza ai soci e ai consumatori, facendo leva sui propri valori: qualità, eticità, solidarietà. Sono i principali obiettivi per il 2012 indicati nel Bilancio Preventivo di sostenibilità, il documento con cui Coop Adriatica rende pubblici, volontariamente, i propri traguardi economici, sociali e ambientali per l’anno appena iniziato. Lunedì 20 febbraio, alla sala Almagià di Ravenna, il Preventivo di sostenibilità sarà al centro di un’assemblea pubblica con i soci, i cittadini, il mondo dell’associazionismo e del volontariato; all’appuntamento – alle 20.30 in via dell’Almagià 2 – parteciperà il vicepresidente di Coop Adriatica Giovanni Monti.
A Ravenna e provincia Coop è presente con 21 punti vendita (l’ipercoop Esp a Ravenna, l’ipercoop Le Maioliche a Faenza, e 19 supermercati) e conta su una base di oltre 131 mila soci. I partecipanti agli appuntamenti sul Preventivo, anche nel Ravennate, riceveranno in regalo un buono per il ritiro di dieci pacchi di pasta a marchio Coop da 500 grammi. Dopo l’incontro all’Almagià le assemblee proseguono il 21 febbraio a Fusignano, e il 22 a Faenza. Sono in tutto 44 le assemblee che si svolgeranno fino al 22 febbraio nelle quattro regioni in cui opera Coop Adriatica: oltre all’Emilia-Romagna, il Veneto, le Marche e l’Abruzzo.

“Contiamo oggi – spiega Coop Adriatica – su 171 punti vendita (18 ipermercati e 153 supermercati), circa 9 mila lavoratori e oltre 1 milione e 156 mila soci. Nonostante il calo generalizzato dei consumi, si stima la Cooperativa di consumatori chiuderà il 2011 con vendite sostanzialmente stabili rispetto all’anno precedente, e migliori rispetto all’andamento del mercato: 2,082 miliardi di euro, in lieve crescita (+2,4%), grazie all’apertura di 11 nuovi negozi. I depositi di più di 233 mila soci prestatori  ammontano a quasi 1,9 miliardi di euro, ed il prestito sociale ha mantenuto tassi vantaggiosi e confermandosi un solido strumento di tutela dei piccoli risparmiatori.
Quest’anno, punta a realizzare vendite per 2,129 miliardi di euro, con una forte attenzione ai prezzi e alle promozioni. Per frenare gli effetti di una probabile ripresa dell’inflazione sono previsti investimenti in convenienza per 27 milioni di euro in più rispetto al 2011 per i soci e tutti i consumatori, grazie al contenimento dei prezzi e alle promozioni. Inoltre, nel 2012, con l’aumento delle offerte e delle promozioni a loro dedicate, i soci potranno risparmiare complessivamente 85 milioni di euro, e altri 15 milioni di vantaggi saranno garantiti dalla raccolta punti sulla spesa.

 

Quest’anno Coop Adriatica offrirà lavoro a circa 9.200 persone. La quota di assunti a tempo indeterminato rimarrà il 93% sul totale; le risorse destinate al personale ammonteranno a 269 milioni di euro (5,6 milioni in più sul 2011), incentivando tra l’altro la formazione e le attività per la sicurezza sul lavoro. Nello sviluppo della rete di vendita, la Cooperativa investirà quasi 114 milioni di euro, con importanti progetti di riqualificazione nei centri storici, alcune nuove aperture di piccoli negozi e la rilocalizzazione di due supermercati, a Forlì e Venezia.
Rilevante anche l’impegno per la solidarietà a favore delle fasce più deboli della popolazione, con iniziative come “Brutti ma buoni” – la donazione a fini solidali degli invenduti alimentari, che nel 2012 coinvolgerà 85 punti vendita a beneficio di 120 onlus e migliaia di assistiti – e “C’entro anch’io”, il bando appena varato che finanzierà 26 progetti per il benessere e la coesione sociale della comunità promossi da cooperative sociali e associazioni.

Nel 2012 la Cooperativa conferma il proprio impegno su molti fronti per la riduzione dell’impatto ambientale, nella realizzazione e gestione dei propri punti vendita. Si stima che il 21% dell’energia utilizzata nel 2012 proverrà da fonti rinnovabili, grazie alla fornitura di energia pulita per 8 punti vendita e ai 36 impianti fotovoltaici installati presso i negozi e la sede di Bologna della Cooperativa; questo comporterà un abbattimento di 22.600 tonnellate di anidride carbonica, paragonabile alla piantumazione di oltre 32 mila alberi. Nell’anno in corso inoltre verrà implementato il sistema di gestione dell’energia, per impiegarla con maggior efficienza; la riduzione dei consumi energetici sarà garantita anche dal progressivo rinnovamento degli impianti di illuminazione, con sistemi a basso consumo e utilizzo di lampade a led.”