In campo attività e strumenti per la ricerca di finanziamenti europei

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna guarda con interesse all’Europa e alle possibilità di finanziamento che i bandi europei possono offrire su temi legati allo sviluppo del territorio.
Energie rinnovabili, innovazione sociale e tecnologica, mobilità sostenibile, agroalimentare sono solo alcune delle linee tematiche su cui la Bassa Romagna punta per il prossimo ciclo di programmazione europea 2021-2027.
A questo scopo alla fine del 2018 il Servizio di Promozione Territoriale dell’Unione ha strutturato al proprio interno un ufficio dedicato alla progettazione europea, con funzioni di scouting, informazione e anche supporto alla stesura di progetti europei di interesse per le realtà del territorio.
La strutturazione dell’Ufficio Europa – commenta Luca Piovaccari, Presidente dell’Unione con delega alle politiche europee – segna il raggiungimento di un importante obiettivo che ci eravamo dati in questo mandato nell’ambito della strategia di promozione del territorio: dotare i 9 Comuni e i servizi dell’Unione di una unità trasversale in grado di svolgere attività di scouting, informazione e anche supporto alla stesura di progetti europei per lo sviluppo della Bassa Romagna. L’Europa rappresenta una opportunità per fare rete, scambiare buone prassi e ovviamente ottenere risorse aggiuntive da investire sul territorio”.

Tra gli strumenti messi in campo a supporto delle attività dell’Ufficio Europa, una newsletter dedicata alle principali opportunità di finanziamento regionali, nazionali ed europee che possono essere di interesse per l’Unione della Bassa Romagna, i 9 Comuni che ne fanno parte e anche le realtà culturali, sociali e economiche del territorio. Oltre ai bandi suddivisi per linee tematiche, all’interno della newsletter si trovano anche appuntamenti di informazione pubblica e networking, e le principali azioni portate avanti dall’Ufficio Europa.