Presso il terminal Sapir si è svolta tra venerdì e sabato una complessa operazione di imbarco di impiantistica offshore.

È stato imbarcato sulla nave Jumbo Javelin (rappresentata a Ravenna dall’agenzia marittima Casadei & Ghinassi), diretta al porto di Blyth in Inghilterra, un sistema j-lay prodotto dalla F.lli Righini di Ravenna, che consente alle navi di essere allestite da posatubi per acque profonde. La spedizione consiste di 8 componenti, i più pesanti dei quali rispettivamente di 315 e 270 tonnellate.

Il trasporto stradale dei colli è stato svolto dalla Mammoet, che ha impiegato dei carrelli modulari SPMT in configurazione 2 x 10 assi. Sapir ha realizzato l’imbarco col supporto del personale operativo della Cooperativa portuale.

La sinergia col settore offshore conferma la credibilità del nostro scalo come polo d’attrazione per operazioni ad alta specializzazione.