Il Piano delle azioni positive del Comune di Cervia per il triennio 2020-2022

Gli obiettivi da realizzare per Cervia

L’Amministrazione comunale da tempo sta attuando azioni positive per eliminare ogni discriminazione e per consentire alle lavoratrici e lavoratori di conciliare il lavoro con gli impegni familiari.

Il “Piano delle azioni positive” del Comune di Cervia si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale e dal Comitato Unico di Garanzia per dare attuazione agli obiettivi di pari opportunità e alla promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche.

La strategia delle “azioni positive” ha l’obiettivo di rimuovere gli ostacoli che le persone incontrano a causa delle caratteristiche familiari, etniche, di genere, di età, di abilità, ideologiche, culturali, fisiche e rispetto ai diritti universali di cittadinanza, favorendo politiche di conciliazione. Tutela ogni persona nella propria libertà di espressione e manifestazione del proprio orientamento sessuale e della propria identità di genere, nonché a prevenire e superare le situazioni di dileggio, discriminazione, violenza verbale, psicologica e fisica.

Inoltre punta alla valorizzazione e soddisfazione del personale dell’amministrazione dal punto di vista professionale con occasioni di maggiore coinvolgimento e socializzazione dei dipendenti, per creare le migliori condizioni possibili di benessere organizzativo. Un ambiente professionale attento anche alla dimensione privata e alle relazioni familiari produce maggiore responsabilità e produttività e offre la possibilità di svolgere il proprio lavoro in un contesto organizzativo sicuro, coinvolgente e attento a prevenire situazioni di malessere e disagio.

Le principali iniziative adottate nel “Piano delle azioni positive 2020-2022”

  • Armonizzazione dei tempi di vita personale, familiare e lavorativa, con flessibilità dell’orario di lavoro e permessi personali, ispirandosi a criteri di equità e imparzialità, cercando di contemperare le esigenze della persona con le necessità di funzionalità dell’Amministrazione.
  • Non vi sono discriminazioni fra uomini e donne in materia di valutazione e nei regolamenti adottati relativi all’ordinamento degli uffici e dei servizi, garantendo pari opportunità di valorizzazione della professionalità e delle capacità individuali.
  • Formazione ai dipendenti che lavorano al front office in modo da affrontare sia i temi dell’accoglienza che la gestione di contenuti: comportamenti da tenere allo sportello, ascolto dei cittadini, gestione dei conflitti, sensibilizzazione su tematiche di pari opportunità e contrasto alle discriminazioni.
  • Lavoro Agile o Smart Working.
  • Formazione in materia di sicurezza e maggiore attenzione alle attrezzature di lavoro.
  • Mobilità sostenibile e attenzione all’ambiente: progetto rivolto a tutti i dipendenti che vanno al lavoro usando la bicicletta potendo ricevere in cambio, in base ai chilometri percorsi, un incentivo economico o un bonus minutaggio da recuperare.