L’iniziativa è stata promossa dall’ICS e dal Corpo delle Capitanerie di Porto

Alle ore 12 di oggi, 1 maggio, le navi ormeggiate nel porto di Ravenna, unitamente ai mezzi dei servizi tecnico nautici (piloti, ormeggiatori e rimorchiatori) ed alle unità della Guardia Costiera hanno suonato le sirene di bordo, con lo scopo di ricordare il contributo dato dai marittimi nella vita economica e sociale del pianeta.

L’iniziativa, promossa dall’ICS (International Chamber of Shipping – Organizzazione Mondiale dello Shipping), in occasione della Festa del Lavoro, e sposata dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera a livello nazionale, ha avuto luogo anche nello scalo ravennate.

“A tutti loro che trascorrono la propria vita lontano dagli affetti, in questi giorni così difficili, va il nostro pensiero, la nostra vicinanza.” Con queste parole il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha voluto esprimere la solidarietà di tutti gli uomini e le donne della Guardia Costiera agli equipaggi delle navi mercantili che, soprattutto in questo difficile periodo, sono costretti a lunghe permanenze a bordo.