Aggiudicato dal consorzio Stabile Grandi Lavori e Dradging International n.v. Zwijndrecht (Belgio): l’opera avrà un costo di 235 milioni

Aggiudicato dalla cordata italo-belga: Consorzio Stabile Grandi Lavori e Dradging International n.v. Zwijndrecht (Belgio) l’escavo dei fondali del porto di Ravenna. L’opera avrà un costo di 235 milioni.

Il consorzio stabile Grandi lavori Scrl (capitale sociale 37.500 euro, valore della produzione 2018 euro 4.936.737,00) è partecipato al 40,66% dall’italiana Rcm Costruzioni S.r.l. (capitale sociale 3.025.000,00 di euro, valore della produzione 2018 euro 27.038.763, 00) la quale già opera a Ravenna nel progetto di Edison e Pir (Petrolifera Italo Rumena) per la costruzione del primo deposito italiano di GNL.

RH