Il presidente del Terminal Container Ravenna, Giannantonio Mingozzi, in merito al Piano delle infrastrutture e dei trasporti presentato ieri dal Governo, considera insufficiente l’indicazione delle priorità che relega Ravenna ancora nelle retrovie delle progettazioni di fattibilità.

“Nonostante l’impegno di Regione e Comune nel rivalutare l’importanza e l’urgenza che assume la realizzazione di una  possibile alternativa alla Romea, ormai del tutto insufficiente a reggere traffico commerciale, turistico e industriale nell’insieme, il piano delle priorità presentato dal Governo per il traffico su gomma, per Ravenna ancora fondamentale, ci vede nel capitolo delle riqualificazioni e delle progettazioni come da più di 20 anni a questa parte.”

“Voglio dire – aggiunge Mingozzi – che se non vi sono prospettive certe sul tratto della Orte-Ravenna nè sulla bretella che ci collega alla Ferrara Mare e alla 309 verso Venezia, il traffico su gomma che serve in primis il nostro porto rischia di subire nel medio e lungo periodo notevoli difficoltà, anche se consideriamo la maggiore sensibilità dimostrata verso il ferro e le nuove infrastrutture ferroviarie previste per Ravenna; mi auguro che la Regione, il Presidente e l’assessore Corsini, continuino a rappresentare con forza queste necessità affinchè dal capitolo delle riprogettazioni le nostre esigenze trovino una dimensione di priorità consona alle sollecitazioni di tutto il sistema economico ravennate”.