Positivo il bilancio semestrale a giugno 2020

“Il nostro impegno per facilitare l’accesso al credito delle famiglie e delle imprese alle misure per contenere gli effetti della crisi economica legata al Covid -19 ha oltrepassato quota 300 milioni.” Il Direttore Generale de LA BCC, Gianluca Ceroni, ha fatto il punto, in occasione dell’approvazione della semestrale, sugli interventi a sostegno dell’economia locale messi in campo da LA BCC.
Complessivamente sono state concesse dalla Banca oltre 6.300 richieste di sospensione/allungamento dei mutui, che rappresentano il 15% dei potenziali richiedenti persone fisiche ed il 43% delle imprese. I finanziamenti ad imprese relativi al Decreto Liquidità (di importo massimo 30.000 Euro) sono stati richiesti da circa 3.000 clienti per complessivi 58 milioni di Euro; circa 400 i finanziamenti di importo oltre 30.000 Euro richiesti per oltre 140 milioni di Euro, a cui si aggiungono oltre 170 richieste di finanziamento con contributo della Regione o Camera di Commercio per 16 milioni di Euro. Per il settore agricolo altri 3 milioni di Euro richiesti con garanzia ISMEA.
“Pur in un contesto difficile a seguito della crisi pandemica che ha colpito il nostro paese e il mondo intero – continua il Direttore Generale – anche nel primo semestre del 2020 la nostra Banca ha rispettato gli obiettivi stabiliti e rafforzato il patrimonio aziendale. L’utile ante imposte risulta pari a 9,6 milioni di Euro, nonostante gli accantonamenti aggiuntivi per rischio credito, stanziati in previsione degli effetti della pandemia sull’economia territoriale. Si rafforza pertanto la consistenza patrimoniale a circa 370 milioni di Euro, con indicatore di capitalizzazione CET1 doppio rispetto al minimo previsto dalla normativa e quindi con ampia possibilità di concedere credito a sostegno del territorio.
La BCC, con oltre 149.000 clienti, 31.058 Soci, 643 dipendenti e 74 Filiali, si colloca tra le più
importanti realtà nella cooperazione di credito italiana. La raccolta totale da clientela ha raggiunto i 5,5 miliardi di Euro, mentre gli impieghi netti si attestano a 2,8 miliardi di Euro con un totale dei mezzi amministrati che supera gli 8,3 miliardi di Euro. Una crescita favorita anche dalla recente acquisizione di 11 sportelli da Banca Sviluppo con costituzione della nuova area territoriale Romagna Centro, operante nei Comuni di Cesena, Cervia, Forlimpopoli e Bertinoro.
Nel primo semestre del 2020, l’impegno al sostegno dell’economia reale del territorio si concretizza nella crescita dei prestiti a clientela di oltre 200 milioni di Euro (+8%). Malgrado la congiuntura economica determinata dalla pandemia Covid-19, nel primo semestre del 2020 la BCC ha concesso 892 mutui per l’acquisto o ristrutturazione della casa, per circa 107 milioni di Euro. In generale, la Banca ha concesso oltre 4.800 mutui per oltre 260 milioni di Euro.
Le scelte effettuate e la capacità e la capillarità della rete commerciale hanno consentito un
incremento della raccolta indiretta, rispetto a fine 2019 di oltre 150 milioni (+8%), grazie all’effetto combinato dell’acquisizione degli 11 sportelli da Banca Sviluppo e del recupero di valore della raccolta indiretta rispetto ai valori registrati a fine marzo 2020.
“La BCC è chiamata a dare piena attuazione alla sua mission statutaria: la coesione sociale e lo
sviluppo sostenibile del territorio – afferma il Presidente LA BCC, Secondo Ricci – La nostra solidità patrimoniale e la dinamicità e prontezza di intervento che durante questa emergenza abbiamo dimostrato costituiscono solide fondamenta per affrontare con fiducia questo 2020 e favorire la ripartenza dell’economia.”