Bambini (foto di repertorio)

A favore di famiglie e gestori

Il D.L. 19 maggio 2020 n.34 “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19” ha destinato una quota di risorse aggiuntive ai Comuni per la realizzazione di iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, destinate a introdurre interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini di età compresa fra 0 e 16 anni, per l’estate 2020.

Gestori dei CRE

Il Comune di Cervia riconosce un contributo ai gestori dei centri estivi che si sono attivati. Il contributo vuole rispondere alle esigenze delle famiglie ed ai bisogni di socialità di bambini e ragazzi, fra l’altro acuite dalla sospensione delle attività educative e didattiche a causa del covid-19 che, a causa dell’emergenza epidemiologica, hanno dovuto sostenere maggiori spese per la sanificazione degli spazi, acquisizione di strumenti, mezzi, ecc.. Il budget messo a disposizione è di € 12.000,00 e verrà suddiviso far i Gestori, sulla base dei gruppi attivati, per le settimane di attivazione

Supporto alle famiglie i cui figli frequentano il CRE Nido Piazzamare

Il Comune di Cervia mette a disposizione delle famiglie ulteriori risorse, erogando un contributo settimanale quantificato in € 30,00 per tutte le settimane di frequenza. Tale contributo, sommato ad altri eventualmente richiesti, sarà corrisposto fino al massimo della spesa sostenuta complessivamente per al frequenza.

Supporto alle famiglie i cui figli frequentano i CRE  accreditati/riconosciuti dal comune

Il Comune di Cervia mettere a disposizione delle famiglie tali ulteriori risorse. Il numero massimo delle settimane di contribuzione, passa da 4 a 6, anche non consecutive (le ulteriori 4 sono coperte dal contributo del Progetto regionale di conciliazione vita-lavoro). Il periodo di contribuzione è prorogato di un’ulteriore settimana e quindi fino al 5 settembre. L’ulteriore contributo settimanale è quantificato in € 30,00 e si aggiunge a quelli già previsti per la frequenza di CRE accreditati/riconosciuti. Tale contributo, sommato ad altri eventualmente richiesti, sarà corrisposto fino al massimo della spesa sostenuta complessivamente per al frequenza.

La dichiarazione dell’assessore Michela Brunelli: “L’amministrazione comunale è sensibile e attenta al servizio dei Centri ricreativi estivi e in questa particolare situazione ha cercato di andare incontro il più possibile alle famiglie e ai gestori. Nel territorio cervese nell’ambito dei servizi ricreativi e ludici per l’infanzia, l’iniziativa pubblica del Comune e quella  dei privati hanno dato ottimi risultati ed hanno permesso di realizzare tipologie differenziate di Centri Estivi, creando in tal modo una pluralità di offerte e varie opportunità. Continueremo la nostra politica di sostegno alle famiglie nell’accesso a servizi che favoriscono la conciliazione vita-lavoro nel periodo estivo, sia per offrire opportunità di socializzazione, apprendimento e creatività, così preziose particolarmente in questa fase”.