Edicola (foto di repertorio)

Massimo 1.000 euro a fondo perduto per ciascun beneficiario

Bonus edicole, via alle richieste. Da oggi, infatti, chi esercita l’attività di almeno un punto esclusivo per la rivendita di giornali e riviste su tutto il territorio dell’Emilia-Romagna e ha già richiesto il bonus nazionale, potrà chiedere, in via telematica, anche il contributo integrativo regionale.

Il bonus aggiuntivo una tantum è di massimo 1.000 euro a fondo perduto,per ciascun beneficiario, su un totale di500mila euro di risorse messe a disposizione dalla Regione.

“Abbiamo cercato di velocizzare al massimo i tempi per far arrivare nel modo più rapido possibile, e nel rispetto delle leggi, il contributo regionale- sottolineano gli assessori regionali al Bilancio e al Commercio, Paolo Calvano e Andrea Corsini-. Siamo convinti, infatti, che l’attività di informazione svolta dalle edicole durante la pandemia, sia stata fondamentale e abbia rappresentato, soprattutto nel periodo di lockdown, un presidio sociale unico per i piccoli centri”.

“Ora, i gestori che hanno già chiesto il contributo nazionale- proseguono gli assessori- possono inoltrare la richiesta attraverso una procedura online sulla piattaforma regionale dedicata e potranno ottenere anche il bonus aggiuntivo della Regione. Grazie a un accordo con il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, la Regione si avvarrà dell’istruttoria già svolta dal Dipartimento stesso, acquisendo direttamente gli elenchi dei beneficiari del bonus statale. In questo modo saranno notevolmente ridotti i tempi necessari per la concessione dei contributi regionali”.

Come ottenere il bonus regionale

Le richieste degli esercenti che hanno già chiesto il bonus nazionale, possono essere inviate a partire dalle ore 10 del 18 novembre e fino alle ore 13 del 2 dicembre 2020 esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020 .

L’ammontare effettivo del contributo, fino a un massimo di 1.000 euro per beneficiario, sarà determinato ripartendo le risorse disponibili rispetto alle richieste ammesse.

Il bonus è previsto dalla legge regionale n. 6 del 2020 “Interventi urgenti a favore dei gestori di edicole” che si aggiunge alla misura del Governo (legge 17 luglio 2020 n. 77).