Filippo Corsaro: Responsabile Direzione Regionale Romagna Crédit Agricole Italia
Filippo Corsaro: Responsabile Direzione Regionale Romagna Crédit Agricole Italia

Subentra a Massimo Tripuzzi che lascia l’incarico per diventare Direttore Generale di Crédit Agricole Leasing Italia.

Crédit Agricole Italia ha nominato Filippo Corsaro nuovo Responsabile della Direzione Regionale Romagna e Marche. Corsaro subentra a Massimo Tripuzzi che, dopo aver guidato con successo l’integrazione di Caricesena e Banca Carim all’interno di Crédit Agricole Italia, lascia l’incarico per diventare Direttore Generale di Crédit Agricole Leasing Italia.

“Sono particolarmente onorato dell’incarico affidatomi – commenta Filippo Corsaro–. La Romagna è una terra di gente operosa, dinamica e fortemente vocata all’imprenditoria. Crédit Agricole Italia è una banca leader in questo territorio e vogliamo continuare a supportare la ripartenza di famiglie e imprese in un momento economico molto complesso. Insieme a tutta la mia squadra sono già al lavoro perché si possano creare le condizioni più favorevoli al rafforzamento e allo sviluppo di relazioni sempre più proficue con tutte le parti sociali ed economiche del territorio romagnolo e marchigiano.”

Filippo Corsaro vanta una profonda esperienza in campo bancario e manageriale sviluppata in diversi Gruppi Bancari, avendo ricoperto ruoli di responsabilità in vari ambiti aziendali.

Crédit Agricole Italia, da sempre vicina alla sua clientela, è in prima linea nel sostenere i privati e le aziende che vogliano usufruire del Decreto Liquidità: nel solo territorio romagnolo, già concessi oltre 4.100 prestiti relativi al Superbonus 110%, mentre il Gruppo ha messo a disposizione del territorio quasi 1 miliardo di euro per circa 10.000 clienti tra moratorie, prestiti e finanziamenti garantiti dallo Stato, erogando circa 973 milioni di euro.

Durante il 2020, per l’emergenza covid-19, Crédit Agricole Italia ha finanziato numerose iniziative in campo sociale, intervenendoperfamiglieeimpreseindifficoltà, in ambito didattico, per favorire la didattica a distanza degli studenti più svantaggiati, oltre che in campo medico-sanitario con l’acquisto di strumentazione medicale per le terapie intensive degli ospedali di Cesena e Rimini, donando nuovo equipaggiamento alle ambulanze del 118 per il presidio ospedaliero di Lugo e sostenendo le spese di alloggio per il personale medico e paramedico non residente all’ospedale di Faenza, il tutto in collaborazione con le rispettive Fondazioni bancarie locali (Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena, Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini, Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo, Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza).