(Shutterstock.com)

Pubblicata l’istanza di autorizzazione del programma sperimentale

E’ stata pubblicata sul Buig (Bollettino Ufficiale degli Idrocarburi e delle Georisorse) l’“Istanza di autorizzazione al programma sperimentale di stoccaggio geologico di anidrite carbonica nella concessione di coltivazione «A.C 26.EA» della Società ENI S.p.A”.

Sul bollettino si legge che “Con istanza pervenuta al Ministero dello transizione ecologica in data 31 maggio 2021, prot. n. 17286, la Società ENI S.p.A., unica titolare della concessione di coltivazione ubicata in Mare Adriatico, Zona A, convenzionalmente denominata «A.C 26.EA» (v. Elenco delle concessioni di coltivazione n. 1013 di riferimento), ha chiesto l’autorizzazione al programma sperimentale di stoccaggio geologico di anidride carbonica nei livelli esauriti del campo Porto Corsini Mare”.

Secondo il progetto di Eni l’anidride carbonica sarà iniettata nel giacimento sotto il fondo dell’Adriatico al largo della costa ravennate.