Le domande (una per nucleo famigliare) possono essere presentate dal 19 luglio al 19 settembre

A partire dal 19 luglio sarà possibile presentare domanda per richiedere i nuovi buoni spesa a sostegno delle famiglie in difficoltà, finanziati dal Governo a seguito dell’emergenza sanitaria.

L’ emergenza sanitaria ha prodotto una importante ripercussione anche sul piano dell’emergenza sociale, pertanto i Comuni e l’Unione della Bassa Romagna hanno ritenuto utile procedere all’indizione di un ulteriore bando affinché le famiglie che hanno maggiormente risentito sul piano economico degli effetti della pandemia possano rapidamente accedere a nuovi aiuti.

Potranno accedere ai buoni i nuclei familiari e singoli, residenti o dimoranti nei Comuni dell’Unione, che hanno subito la perdita del lavoro o una significativa riduzione delle ore lavorate a seguito dell’emergenza epidemiologica. Sarà data priorità alle famiglie prive di qualsiasi fonte di reddito, monogenitoriali, monoreddito e famiglie con la presenza di figli minori o di disabili. I criteri di accesso sono stati concertati con le parti sociali.

Non potranno accedere al beneficio, salvo motivata situazione sottoposta a verifica da parte del Servizio sociale, i nuclei famigliari con disponibilità sui conti correnti, libretti di risparmio o altra forma di disponibilità economica mobiliare, superiore a 5.000 euro.

Sarà possibile presentare domanda autocertificata fino al 19 settembre 2021, compilando il modulo on-line direttamente sul sito dell’Unione alla pagina http://servizionline.labassaromagna.it/Servizi-online/Contributi
Per accedere al modulo di domanda è necessario essere in possesso di un indirizzo e-mail e di una identità digitale SPID o della Carta di Identità elettronica.

Solo ed esclusivamente in caso di impossibilità di uso di strumenti informatici, il richiedente potrà contattare telefonicamente lo Sportello Socio Educativo del Comune di residenza per la compilazione assistita della domanda.
Le domande saranno esaminate ed evase in ordine di arrivo a partire dal giorno di apertura del bando e i buoni saranno ritirati dal beneficiario presso la sede dello sportello socio-educativo del Comune di residenza.

Per ciascun nucleo familiare richiedente sarà possibile assegnare un solo buono spesa per l’importo massimo di € 150,00 per famiglie di 1 componente, aumentato di € 50,00 per ogni ulteriore componente, fino ad un massimo di € 400. L’importo del buono è ulteriormente incrementato di € 100,00 in presenza di figli minori e/o di disabili.

“Continuiamo a mettere in campo azioni a sostegno delle famiglie in difficoltà – sottolinea il Sindaco referente per le politiche sociali e sanitarie Luca Piovaccari – per aiutarle ad emergere da questo periodo di grande sofferenza. Questo ulteriore bando si affianca agli altri interventi attivati in questi mesi che troveranno continuità anche nell’immediato futuro: contributi per gli affitti, interventi a sostegno del reddito, aiuti per le bollette, supporto presso il domicilio per le persone sole o in quarantena. Si tratta di risorse straordinarie dei Comuni, affiancate a quelle dello Stato e della Regione, attraverso le quali vogliamo contrastare le disuguaglianze innescate da questa pandemia per rafforzare la nostra coesione sociale”.