Un uomo esulta coi soldi in mano (foto di repertorio Shutterstock.com)

Ciascun richiedente potrà ottenere fino a un massimo di 4mila euro

A partire da lunedì 16 agosto sarà aperto il bando per l’erogazione dei contributi a fondo perduto stanziati dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna a sostegno dei settori economici e lavorativi più colpiti dalle misure restrittive adottate per il contenimento del Covid-19.

Si tratta di 2,3 milioni di euro rivolti interamente a micro, piccole e medie imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, che abbiano una o più unità locali all’interno dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna (con esclusione delle unità locali qualificate come magazzino o deposito). Per le imprese che operano nell’ambito di fiere, mercati, posteggi isolati, chioschi all’interno dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, oltre alla sede legale all’interno dell’Unione, l’impresa richiedente deve essere titolare di una concessione almeno “decennale” rilasciata da uno dei Comuni dell’Unione o dall’Unione stessa.

Il contributo sarà concesso ripartendo l’ammontare complessivo del plafond per il numero di imprese ritenute ammissibili, fino a un massimo di 4mila euro per ciascun richiedente.

La domanda di contributo dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica entro l’8 ottobre 2021, sul sito www.labassaromagna.it nella sezione Servizi online – Contributi – Misure di sostegno economico alle imprese – Bando Imprese 2021.

L’accesso al sistema informatico per la presentazione della domanda potrà essere effettuato tramite identità digitale Spid, oppure tramite Carta nazionale dei servizi (Cns) con Pin dispositivo.

Per maggiori informazioni sul bando è possibile contattare la mail [email protected], oppure chiamare lo 0545 38387 (dalle 11 alle 13, dal lunedì al venerdì).