(Shutterstock.com)

Svolgerà operazioni di “homeport”, Ravenna potrà diventare un porto di inizio/fine crociera

Durante la riunione del Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del 16 dicembre 2020 fu dichiarata la fattibilità della proposta che nell’agosto dello stesso anno Royal Caribbean Group aveva presentato in relazione alla concessione del servizio di assistenza passeggeri e di realizzazione della nuova Stazione Marittima dedicata alle crociere nel porto di Ravenna e, come riportano anche i quotidiani in edicola oggi, nella giornata di ieri, 14 settembre 2021, durante l’evento promosso da Confetra su “Logistica e Pnrr: scenari, opportunità, progetti per l’Emilia Romagna e per l’Italia” è arrivato l’annuncio definitivo da parte del presidente dell’Autorità portuale Daniele Rossi.

Royal Caribbean Group è uno dei primi operatori crocieristici a livello mondiale, con esperienza nel settore della realizzazione e gestione di terminal crocieristici e il progetto presentato prevede, secondo lo schema del Project Financing, una serie di attività connesse allo sviluppo del traffico crocieristico, con particolare attenzione ad un recupero di mercato e ad un rilancio della funzione crocieristica del porto di Ravenna. Nel progetto è previsto un importante investimento per la realizzazione e gestione di una nuova stazione marittima, a fronte di una concessione di lunga durata. Il nuovo terminal crociere sarà funzionale a svolgere operazioni di “homeport” e ciò significa che Ravenna potrà diventare un porto di inizio/fine crociera – con tutto ciò che questo può significare in termini di opportunità per il territorio – in collaborazione con l’Aeroporto di Bologna e con quelli di Rimini e Forlì. Royal Caribbean Group stima che il traffico crocieristico nel porto di Ravenna, con la realizzazione della nuova Stazione Marittima e l’adeguamento dei fondali del porto, possa avere un significativo incremento già nei primi anni di avvio dell’attività.