Sulla scorta dei buoni risultati economici, la società ravennate procede con importanti progetti e investimenti volti a consolidare la premiership di mercato

La CFS Europe di Ravenna – tra i maggiori produttori mondiale di difenoli e derivati – ha deciso di confermare le proprie strategie di investimento a fronte del buon andamento generale ed economico.

Nonostante le incertezze generali del mercato infatti, la crescita della società rimane a doppia cifra nei primi mesi dell’anno fiscale. “La profittabilità è cresciuta del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, grazie ad una strategia di vendita molto efficace che ha consentito di migliorare i margini sui prodotti. Un risultato di assoluto rilievo considerando il forte incremento dei costi delle materie prime che, nello stesso periodo, hanno registrato un +70%,” ha spiegato Massimo Cupello Castagna, AD e CEO europeo di CFS Europe.

E non mancano i progetti e gli investimenti. CFS Europe infatti, ha ulteriormente confermato il forte impegno sulla divisione shelf-life che si occupa della produzione e commercializzazione di additivi per uso alimentare e mangimistico. Di recente il laboratorio tecnologico si è dotato di ulteriori e più moderni strumenti scientifici. Inoltre, è stata assunta una nuova responsabile commerciale per il mercato italiano, dove il settore Pet Food è in forte espansione.

“Negli ultimi mesi abbiamo inoltre implementato alcune importanti collaborazioni con i maggiori gruppi del settore Pet food finalizzate allo sviluppo di nuovi sistemi antiossidanti. I risultati sono attesi in circa 3-6 mesi.” ha spiegato Cupello Castagna.

Un altro elemento cruciale che sarà determinante per lo sviluppo complessivo della società è la delibera da parte del board internazionale di CFS Europe di procedere con un’acquisizione strategica, che sarà finalizzata entro il 2022.

“Stiamo monitorando il mercato italiano nel settore degli additivi e materie prime per il settore mangimistico, con un focus particolare sulla divisione shelf-life. L’investimento, volto a espandere e diversificare il business creando sinergie per un ulteriore sviluppo della società, sarà compreso fra 20-30 M € in equity. A supporto dell’operazione, grazie al nostro ottimo posizionamento, possiamo inoltre contare sulla disponibilità di importanti istituti bancari nazionali,“ ha aggiunto Cupello Castagna.

I risultati e l’impegno della società ravennate si riflettono anche sul valore percepito dell’azienda a livello territoriale tanto da ottenere, insieme ad altre importanti realtà imprenditoriali romagnole, il premio Excelsa – Romagna Award 2021. Questa iniziativa – nata nel 2011 con cadenza biennale – intende valorizzare le aziende presenti sul territorio che si sono distinte per attività in grado di generare benessere collettivo e diffuso.

Per il 2021 Confindustria Romagna ha voluto promuovere un’edizione straordinaria, in considerazione dell’impatto della pandemia sugli assetti economici e sociali. Sono state così evidenziate le imprese che hanno saputo fronteggiare gli effetti della pandemia nel modo migliore ottenendo risultati eccellenti anche nel 2020 e CFS Europe è stata inserita in questo prestigioso elenco.