Da sinistra, l’assessore regionale Colla, il presidente dell'"Autorità portuale" Rossi, l’assessore regionale Corsini, il direttore generale Ferrecchi e l’assessora comunale Randi

Le due autorità, stamattina, hanno avuto la possibilità di conoscere meglio i progetti in corso e futuri dello scalo cittadino

Annagiulia Randi, assessora con deleghe a sviluppo economico, commercio, artigianato, industria, porto, politiche europee e cooperazione internazionale del comune di Ravenna, e Daniele Rossi, presidente dell’”Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centro settentrionale”, nella mattinata di oggi, giovedì 17 febbraio, nella sede dell'”Autorità portuale” di Ravenna, hanno incontrato Vincenzo Colla, assessore della regione Emilia-Romagna allo sviluppo economico e green economy, lavoro e formazione, e Andrea Corsini, assessore della regione Emilia-Romagna a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo e commercio.

Come specificato in una nota, durante l’incontro sono stati illustrati tutti i progetti attualmente in corso e di prossimo avvio, strategici sia per lo sviluppo futuro del porto di Ravenna, sia per la crescita economica di tutto il territorio regionale. Dal progetto “Ravenna port hub” si è arrivato fino al progetto della nuova stazione marittima del terminal “Crociere” di Porto Corsini; successivamente si è discusso dei dragaggi, a breve in partenza; in seguito, si è parlato degli interventi sulle banchine, già in corso; infine, sono stati toccati tutti i temi sui quali si gioca la competitività dello scalo ravennate nei prossimi anni, e sui quali l'”Autorità portuale” ha programmato investimenti per oltre 800.000.000€.

Inoltre, prosegue la nota, con gli assessori regionali Colla e Corsini si è anche condivisa la volontà di mettere in campo qualsiasi azione sinergica che possa aiutare nello snellimento e nella velocizzazione sia dei lunghi percorsi autorizzativi, sia dei complicati iter procedurali che interventi infrastrutturali di tale portata, inevitabilmente, comportano.

La visita, aggiunge la nota, è poi proseguita ai terminal “Sapir” e “TCR”, dove, agli assessori, sono stati illustrati i piani di sviluppo industriale del gruppo “Sapir”. Inoltre, Colla e Corsini hanno avuto la possibilità di osservare la nuova gru di banchina, la quarta di “TCR”, recentemente acquistata, per un investimento di 8.000.000€ che, a fronte della crescita della movimentazione nel 2021 (in aumento rispetto sia al 2019 che al 2020) che ha fatto raggiungere al porto di Ravenna, nel 2021, il suo record storico, sarà impiegata per movimentare il carico di quelle navi portacontainer di maggiori dimensioni. Infatti, termina la nota, grazie ai lavori di approfondimento dei fondali ed alle nuove banchine previsti dal progetto dell’hub portuale, questi tipi di imbarcazioni potranno entrare nello scalo ravennate.