(Foto Shutterstock.com)

Il commento di CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti

Le associazioni di categoria esprimono soddisfazione per la decisione del Comune di confermare gli ampliamenti alle superfici occupate all’esterno da parte degli esercizi commerciali. In una nota, infatti, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti commentano:

“Grazie al confronto realizzato in questi mesi con l’Assessore alle Attività produttive, Annagiulia Randi, è stato raggiunto un importante risultato cioè la conferma degli ampliamenti delle superfici occupate all’esterno, già previsti dai provvedimenti nazionali in ambito COVID, e la loro esenzione dal canone patrimoniale fino al 31 dicembre 2022 per bar e ristoranti e le attività artigianali alimentari di consumo sul posto. Le aree esterne stabili, con concessioni annuali o pluriennali, sono tornate ad essere tariffate dal 1° aprile scorso.

Ravenna continua così a essere più accogliente e vivace per i residenti e i turisti, per questo occorrerà avviare una riflessione perché questo modello possa essere portato avanti nei prossimi anni per contribuire a valorizzare il centro storico, aumentandone l’appeal.

E’ anche un positivo segnale di attenzione – sottolineano le Associazioni – nei confronti delle attività di somministrazione e dell’artigianato alimentare alle prese con una serie di difficoltà dovute alla pandemia, ai rincari dell’energia e all’incertezza della guerra in Ucraina”.