Alvaro Ancisi (LpR) evidenzia l’attenzione al miglioramento dello stato ambientale, ma ripropone il tema della “proliferazione dei supermercati che penalizza i negozi di vicinato”

Il 21 aprile scorso, la Giunta comunale ha approvato un nuovo Piano Urbanistico Attuativo (PUA 17b dx), interno alla Darsena di città, all’angolo tra via Trieste e via Lussino, nelle immediate vicinanza dello scolo Lama. Vi sarà costruita una medio-grande struttura commerciale dell’Eurospin, la seconda a Ravenna, con una superficie di vendita pari a mq 1.268. La società si assume in carico anche la realizzazione di un parco verde pubblico di mq 3.684 (rispetto ai 1.634 richiesti dal Comune), un parcheggio pubblico di mq 1.469 (rispetto a 1.090 richiesti), parcheggi propri esterni all’edificio, ecc . Si prevede l’occupazione di una ventina di addetti.

La notizia viene sottolineata da Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna – Polo civico popolare in Consiglio comunale, che ripropone così “il tema della proliferazione senza fine, a Ravenna, dei supermercati, che penalizza i negozi di vicinato costringendoli spesso alla chiusura”.

“Tuttavia – scrive Ancisi in una nota -, in questo caso, si tratta di una tipologia discount, che pratica per definizione prezzi più bassi. Dal punto di vista urbanistico, va però osservato che non ci sarà una nuova occupazione di suolo vergine, bensì ricostruzione di un lotto in cui sono esistenti edifici di varia natura, in maggior parte di carattere industriale-artigianale. Un’apprezzabile attenzione è inoltre rivolta al miglioramento dello stato ambientale”.

La facciata principale dell’edificio commerciale sarà su via Trieste, introdotta visivamente da una siepe di confine, interrotta solamente dagli accessi ciclopedonali sfruttando la viabilità di questo genere che fiancheggia la carreggiata. Il piano terra ospiterà un parcheggio da 68 posti, essendosi dimostrato problematico costruirne e gestirne uno interrato, data la notevole altezza della falda acquifera. Al primo piano sarà posta l’area di vendita, accessibile con scala mobile o ascensore. Di lato, all’aperto, parcheggi pertinenziali con 32 posti, coperti da pensiline ombreggiate grazie all’uso di una pianta rampicante, e con almeno una colonnina di ricarica per auto elettriche. Collegato ad esso sorgerà un parcheggio pubblico da 33 posti, con funzione anche di snodo ciclopedonale di collegamento con le vie Pirano e Lussino. Tutti i parcheggi esterni saranno pavimentati con masselli autobloccanti drenanti inerbiti. A lato del parcheggio pubblico sarà creato un parco verde pubblico di vicinato fino al confine nord dell’insediamento. Una fascia alberata di mitigazione si staglierà sul fronte stradale tra l’edificio di progetto e il confine ovest. Via Lussino sarà dotata di un marciapiedi per tutta la lunghezza dell’intervento e verrà allargata a 7,5 metri, adeguandone anche l’illuminazione pubblica agli accessi carrabili dell’Eurospin.