Terminal Container Ravenna (foto di repertorio)

Definito un equilibrio tra le esigenze dei lavoratori e quelle aziendali

Siglato nei giorni scorsi l’accordo integrativo di secondo livello tra il Terminal Container Ravenna e le rappresentanze sindacali di Cgil, Cisl e Uil e le segreterie territoriali.

L’accordo, sottoscritto dopo un confronto schietto e costruttivo tra le parti, ha fornito risposte concrete alle aspettative portate al tavolo della negoziazione dalle OOSS e definito un equilibrio tra le esigenze dei lavoratori e quelle aziendali, spiega Tcr in una nota.

Elemento di rilievo è la struttura del welfare, introdotta nel precedente rinnovo, gradita dai dipendenti e che, con questo integrativo, viene potenziata nelle opportunità attraverso la possibilità di convertire l’intero salario di risultato, a sua volta significativamente rivalutato. Altro aspetto di rilievo è l’introduzione dei buoni pasto che offre un supporto concreto al reddito e alla capacità di spesa del singolo lavoratore.


L’accordo sottoscritto da azienda e sindacati rafforza l’attenzione sul benessere dei dipendenti, obiettivo che TCR ha individuato come prioritario, posto al centro di un progetto che comprende importanti investimenti sulla sicurezza degli ambienti di lavoro e sulla formazione del personale con opportunità formative continue.