Sacura, nave dall’Ucraina con 11mila tonnellate di soia

Questa mattina la Sacura è stata ormeggiata al porto di Ravenna  

E’ arrivato oggi nel porto di Ravenna, dopo lo sblocco diplomatico fra Ucraina e Russia, il secondo cargo commerciale “Sacura” che raggiunge l’Italia dal porto di Pivdennyi, vicino a Odessa, con un carico di 11 mila tonnellate di semi di soia.
La nave, battente bandiera liberiana, è approdata in mattinata alla banchina Eurodocks cereali dopo otto giorni di navigazione; ad attenderla i funzionari ADM del reparto antifrode e i chimici della Direzione per eseguire i controlli di protocollo sul carico a bordo, anche con l’ausilio delle sofisticate apparecchiature collocate all’interno del Laboratorio Chimico mobile.
Gran coinvolgimento dei funzionari ADM della Direzione Emilia Romagna e Marche nelle attività di verifica dei carichi a bordo delle navi ucraine, presente oggi nel pomeriggio a Monopoli, ove approderà il terzo cargo, anche il Direttore Territoriale Franco Letrari.

Qualche giorno fa, il 13 agosto, era arrivata la Rojen con un carico di cereali.