Palazzo Abbondanza

circa 5 milioni di euro di finanziamenti ministeriali

Sono in fase di progettazione definitiva le cinque importanti opere che prenderanno il via nel 2023 a Bagnacavallo grazie a circa 5 milioni di euro di finanziamenti ministeriali, ottenuti dal Comune, sulla rigenerazione urbana e sull’edilizia scolastica nell’ambito del Pnrr.

Palazzo Abbondanza, ex convento di San Francesco, ex mercato coperto, Centro Culturale Le Cappuccine e scuola primaria saranno oggetto di interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico strettamente connessi alle attività culturali e sociali che ospitano.

«In questi mesi i tecnici degli uffici comunali e i progettisti incaricati stanno lavorando in stretta sinergia con l’Amministrazione comunale per giungere alla progettazione definitiva delle opere – spiegano la sindaca Eleonora Proni e l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Ravagli. – Questi interventi avranno un forte impatto sulle attività che si svolgono a servizio della comunità, dalla vita associativa alle proposte culturali, dalla valorizzazione del centro storico e delle imprese alle attività educative e scolastiche. Consegneremo alla città un centro storico rinnovato da un punto di vista funzionale e il più possibile efficiente per quanto riguarda i consumi. Riteniamo sia fondamentale valorizzare i grandi edifici storici che rappresentano un patrimonio per la nostra comunità avendo sempre bene a mente le persone che poi daranno loro vita.»

L’intervento su Palazzo Abbondanza (2 milioni e 600mila euro) riguarderà la sistemazione della corte interna a servizio del centro sociale e dell’immobile, che sarà destinato a ospitare anche spazi per le associazioni del territorio.

All’ex convento di San Francesco si interverrà (un milione e 400mila euro) sia per un efficientamento degli impianti degli spazi dell’albergo sia per la ristrutturazione dell’ala al piano terra sul lato di via De Amicis, nonché su Sala Oriani e Salette Garzoniane, zona bagni.

Per quanto riguarda l’ex mercato coperto, le opere (400mila euro) riguarderanno il recupero dell’ex pescheria, la sistemazione della piazzetta di accesso e dei servizi e un miglioramento del comfort acustico.

Al Centro Culturale Le Cappuccine (400mila euro) si lavorerà invece sulle facciate e sull’area prospiciente il parco, con la sistemazione della facciata dell’immobile, interventi puntuali sul muro di cinta e alcune migliorie generali.

Infine, le opere sulla palestra della scuola primaria (217.000 euro) prevedono la messa in sicurezza della copertura.

Conclusa la progettazione definitiva si passerà subito a quella esecutiva, per avviare poi le procedure di appalto e giungere all’affidamento dei lavori entro l’estate.