Uno dei ragazzi nel laboratorio di decorazione di ceramica

Tempo di bilanci per la cooperativa sociale Francesco Bandini

Il 2022 è stato un anno positivo per la Ceff di Faenza, la cooperativa sociale che tra l’altro si occupa di inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi con disabilità. Nel corso dell’anno appena trascorso, sono stati acquistati due mezzi di trasporto integralmente elettrici, a dimostrazione dell’attenzione all’ambiente; realizzati gli interventi previsti dal Progetto europeo Erasmus ACTION di confronto con altre esperienze europee sui profili professionali e la formazione del personale addetto a favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e fragilità; è stato rimodulato il progetto Palazzo Borghesi Living Lab dopo i primi sei anni di sperimentazione; è stato completato, con la nomina dell’Organismo di Vigilanza, il percorso di adozione del Modello organizzativo 231 per la disciplina della responsabilità delle società; è stato completato il progetto Industria 4.0, con l’acquisizione dei relativi finanziamenti, per il miglioramento organizzativo e produttivo dell’Officina CNC con l’acquisto di nuove attrezzature e la gestione informatizzata di parti significative della produzione; è stata accelerata la riflessione sulla gestione dell’AltraBottega con la sperimentazione del temporary shop Le Botteghe, in collaborazione con l’Associazione GRD. Il Consiglio di Amministrazione, come riconoscimento di questo impegno, ha deliberato in occasione delle festività di fine anno, un riconoscimento al personale, nella forma di buoni acquisto, per un valore fino a 500 euro da ripartire in scaglioni, in proporzione alle ore lavorate durante l’anno, per un importo complessivo di oltre 30mila euro.