Stabilimento balneare
(foto di repertorio)

Soddisfazione da parte del presidente di Cna stabilimenti balneari Ravenna per le novità del decreto “Milleproroghe”

Come specificato in una nota, Cna balneari apprezza il via libera delle commissioni bilancio e affari costituzionali del Senato agli emendamenti relativi alle misure sul settore, nell’ambito della legge di conversione del cosiddetto “Milleproroghe”.

La proroga di cinque mesi dei termini della mappatura, per rilevare il grado di disponibilità della “risorsa spiaggia”; lo slittamento di un anno, fino a fine 2024, della messa a gara delle concessioni; e l’apertura di un tavolo a palazzo Chigi, sono tre provvedimenti chiesti espressamente da Cna balneari durante gli incontri tenuti di recente col governo, conclude la nota.

In merito al via libera delle commissioni bilancio e affari costituzionali del Senato agli emendamenti relativi alle misure sul settore, si è espresso Bruno Borghetti, presidente di Cna stabilimenti balneari-Ravenna, con le seguenti parole: “Contiamo sul fatto che la mappatura rilevi la non scarsità della risorsa spiaggia a livello italiano, con la contestuale disponibilità per programmare nuove iniziative imprenditoriali, assicurando continuità alle attività esistenti e rendendo, di fatto, non applicabile la direttiva ‘Bolkestein’ alle concessioni ora in essere. La mappatura, inoltre, potrebbe consentirci, così, di evitare contenziosi in Europa, chiudendo una vertenza che dura ormai da quindici anni”, ha concluso Borghetti.