Il pratico vademecum realizzato da Hera è stato presentato alle associazioni di categoria e agli esercenti interessati

Quali sono i contenitori per i rifiuti più adatti al proprio locale? Come organizzare la raccolta differenziata in cucina? Perché non dare una foodbag ai clienti se avanza il cibo della loro cena?

A queste e ad altre domande risponde il ‘Green Book’. Un pratico vademecum che Hera mette a disposizione delle attività turistiche con tutti i consigli su come fare correttamene la raccolta differenziata e gestire al meglio i rifiuti e gli spazi ad essi dedicati.

Ogni locale, infatti, è diverso sia per lo spazio a disposizione sia per il tipo di attività svolta: pur non esistendo regole uguali per tutti, ci sono alcune indicazioni che possono aiutare a trovare la soluzione giusta. Gli esercenti a cui è rivolto il ‘Green Book’ sono quelli che svolgono preparazione e somministrazione di cibi e/o bevande, con o senza consumo sul posto, e vanno dagli alberghi ai bar, ristoranti, stabilimenti balneari, pub, gelaterie, pasticcerie e forni, fino alle gastronomie, street food, chioschi, mense, tavole calde.

Il nuovo vademecum è stato consegnato recentemente in un incontro di presentazione, alle Associazioni di categoria e agli esercenti coinvolti, alla presenza degli amministratori di Cervia e dei responsabili di Hera.

Hera mette a disposizione degli interessti anche delle specifiche locandine da affiggere nelle varie aree dei locali per aiutare operatori e dipendenti a fare correttamente la raccolta differenziata (al bar, in cucina e ai tavoli).

Chi non era presente può trovare il materiale direttamente sul sito di Hera (https://www.gruppohera.it/turismo-cervia) o richiederlo alle associazioni di categoria.

Il ‘Green Book’ realizzato da Hera rientra fra i vari progetti promossi dal Comune di Cervia finalizzati alla creazione di una rete di esercenti che abbiano a cuore l’ambiente e l’economia circolare, partendo dal concetto di sostenibilità.