Paolo Lucchi ed Elena Zannoni

Antonella Conti vicepresidente ed Elena Zannoni amministratrice delegata

Sono state confermate lo scorso 14 giugno le nomine dei vertici di Federcoop Romagna, il polo specializzato in servizi alle cooperative che fa capo a Legacoop Romagna che opera in vari sedi tra Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini e fornisce servizi contabili, fiscali, legali, del lavoro, ambientali e della consulenza avanzata.

Il Consiglio di Amministrazione ha confermato Paolo Lucchi come presidente (Lucchi è anche presidente di Legacoop Romagna), Antonella Conti come vicepresidente e Elena Zannoni come amministratrice delegata.

“Il 2023 è stato un anno complicatissimo – ha dichiarato Paolo Lucchi – che ha confermato come da solo nessuno possa salvarsi, soprattutto in un ambito complesso come quello dei servizi garantiti alle imprese cooperative romagnole, il cui ruolo, nel corso delle crisi di vario tipo di questi anni, è certamente divenuto ancor più centrale. Federcoop Romagna è la nostra risposta all’esigenza delle nostre cooperative e dei loro soci, di vedersi affiancati da un alleato in grado di migliorare la vita in azienda e di renderla più performante”.

“Federcoop Romagna – ha dichiarato Antonella Conti – non solo ha saputo intercettare i nuovi bisogni delle aziende, alle loro donne ed uomini, ma si è prodigata farle sentire meno sole, in un momento complesso e imprevedibile come questo”.

“L’emergenza idrogeologica di questa primavera ci ha portato a intensificare il supporto alle cooperative e non solo, in termini di diffusione, interpretazione e definizione degli adempimenti necessari perché il nostro compito è sempre quello di precorrere i bisogni e adattarci alle esigenze delle società che assistiamo – ha dichiarato Elena Zannoni – ma anche nella quotidianità il nostro impegno è massimo nel fornire tutte le informazioni e i servizi più innovativi perchè possano lavorare serenamente, essere sempre aggiornati sulle nuove leggi e avere una struttura solida e ramificata al loro fianco. Abbiamo lanciato molti servizi nel corso 2022 e il 2023 ne vedrà il consolidamento e la diffusione”.