Mambelli: “Pronti alle nuove sfide. Nostro obiettivo affiancare e aiutare gli imprenditori nel lavoro quotidiano, tutelandone gli interessi e offrendo servizi e soluzioni a misura delle loro imprese”

Riorganizzazione interna per Confcommercio Ravenna in vista delle nuove sfide che attendono i settori di riferimento del commercio, turismo, servizi e piccole e medie imprese.

Da qualche giorno sono operativi i nuovi ruoli aziendali, che coadiuveranno il Direttore Giorgio Guberti per una più funzionale e coordinata organizzazione dell’Associazione di via di Roma.

Assumono le funzioni di vice Direttori Barbara Bellucci, Paolo Giulianini e Marcella Naglia.

Assume l’incarico di Direttore ufficio stampa, comunicazione e relazioni esterne Antonio Ravaglioli.

Inoltre, Barbara Sarti assume l’incarico di Responsabile Servizio Gestione del Personale e Consulenza del Lavoro.

“Già da qualche tempo pensavamo ad una riorganizzazione interna dell’Associazione – afferma Mauro Mambelli, Presidente Confcommercio Ravenna – in particolare dopo la nomina del nostro Direttore Guberti a Presidente della Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna. Abbiamo ampliato la nostra rappresentatività in altri settori, dal momento che molti imprenditori si sono avvicinati e iscritti alla nostra Associazione. Il nostro obiettivo è quello di affiancare e aiutare gli imprenditori nel lavoro quotidiano, tutelandone gli interessi e offrendo servizi e soluzioni a misura delle loro imprese. L’imprenditore, oggi più che mai, ha necessità di avere vicino un’organizzazione come Confcommercio, formata da persone preparate, che possa offrire idee e suggerenti pratici a chi fa impresa, per aiutarlo a migliorare i risultati del proprio business ed anche ad innovare la propria proposta commerciale.

Confcommercio è pronta ad affrontare le nuove sfide con la professionalità dei propri dipendenti e collaboratori, grazie alla profonda conoscenza storica dei settori di riferimenti e delle problematiche amministrative, fiscali, tecniche e sindacali che costituiscono il punto di partenza per operare in piena sinergia con le imprese”.

Grande attenzione sarà dedicata dall’Associazione allo sviluppo delle imprese femminili e giovanili: questo team intende così fornire un ulteriore contributo alle imprenditrici e ai giovani imprenditori nel percorso di accompagnamento nei servizi offerti, attraverso professionalità e competenze multidisciplinari della propria struttura. Non è un caso che due dei tre vice Direttori sono donne, così come il 70% dei dipendenti di Confcommercio Ravenna è donna.

Infine, per tutelare il potere d’acquisto, Confcommercio ha aderito, assieme ad altre associazioni e a quelle che rappresentano i settori delle farmacie e parafarmacie, all’iniziativa anti-inflazione promossa dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

l patto prevede una serie di sconti, decisi dalle imprese aderenti all’iniziativa, per una selezione di prodotti.

In provincia di Ravenna hanno aderito fino ad ora 162 imprese e la misura rimarrà in vigore fino al 31 dicembre 2023. I nuovi prezzi calmierati saranno applicati su generi di largo consumo come pasta, carne, zucchero, latte, uova, passata di pomodoro, riso, sale, cerali, farina, detergenti, saponi, pannolini e alcune tipologie di farmaci. Non rientrano frutta e verdura, per via della recente crisi del settore agricolo, provocata soprattutto dalla crisi climatica. I prodotti offerti sono muniti di un apposito “bollino tricolore anti inflazione”.