In provincia di Ravenna al voto nel 2024 in 14 comuni

Il partito di Giorgia Meloni lancia la campagna per le comunali del 2024

Già ai blocchi di partenza la campagna elettorale per le elezioni comunali in provincia di Ravenna   che si terranno nel 2024. E per Fratelli d’Italia su 14 comuni che vanno al voto 13 sono contendibili alla sinistra, ferma restando la roccaforte Alfonsine che ad oggi appare  inespugnabile. Il partito di Giorgia Meloni si riorganizza anche in  provincia di Ravenna è ha indetto per domenica 3 dicembre all’NH Hotel di Ravenna il proprio congresso provinciale. “Da quel congresso – spiega il dirigente nazionale Roberto Petri – partirà il percorso per una vera alternativa alla sinistra a  Ravenna”. Del resto, come ha sottolineato Alberto Ferrero, coordinatore provinciale, è giunta l’ora “di mettere in discussione l’autoreferenzialità e l’arroganza del Pd in Comune a Ravenna che ha avuto il coraggio di votare contro una commissione d’inchiesta sull’alluvione, commissione già attiva sia a Cesena che a Forlì, tra lo sconcerto degli alluvionati presenti in consiglio comunale”. Il congresso provinciale servirà anche a delineare la governance del partito che oltre al presidente voterà 9 membri del direttivo provinciale a cui si aggiungeranno altri 4 membri di nomina diretta da parte del presidente. Per statuto fanno parte del direttivo – in totale 18 soggetti – il coordinatore del movimento giovanile, i consiglieri provinciali (Stefano Bertozzi), i parlamentari iscritti nella federazione di Ravenna (Marta Farolfi) e i dirigenti nazionali iscritti (Roberto Petri).

Il primo grosso obiettivo del partito è dare forza a livello locale a un movimento che alle ultime politiche ha intercettato il voto di un elettore su quattro e portarlo nelle urne al momento delle comunali del 2024. La situazione, secondo Roberto Petri, è fluida e su 14 comuni che vanno al voto almeno 13 (resta fuori solo Alfonsine, tradizionale roccaforte della sinistra) sono contendibili . “L’obiettivo  – spiega Petri – è quello di individuare candidature di soggetti qualificati che siano in grado di riunire le forze del centro-destra e in questi ultimi tempi stiamo notando anche professionisti qualificati che si stanno avvicinando al nostro partito”.