Workers Buyout, la ricerca

Un lavoro che mette in evidenza la forza e le potenzialità del fenomeno cooperativo Workers Buyout nell’ambito della tutela dell’occupazione, dell’expertise-keeping e del capitale umano

È stato pubblicato il testo della ricerca di Francesca Coveri sul tema: “Workers buyout – Imprese in crisi ‘rigenerate’ dai lavoratori”.

Un lavoro che mette in evidenza la forza e le potenzialità del fenomeno cooperativo Workers Buyout nell’ambito della tutela dell’occupazione, dell’expertise-keeping e del capitale umano.

La ricerca

All’interno della ricerca, viene presentato il fenomeno nel suo processo, con particolare enfasi sulle fonti di finanziamento utilizzabili dai futuri cooperatori e sugli enti nazionali coinvolti, quali CFI e FondoSviluppo, unitamente a facilitazioni creditizie, fonti personali e regionali.

Segue una riflessione relativa a come questo strumento si inserisca perfettamente nell’ambito dell’economia sociale e nella sostenibilità, confermandosi una vera e propria politica attiva del lavoro, sposando a pieno l’approccio Europeo al Welfare.

Un passaggio importante è la presentazione di sette casi di Workers Buyout nati di recente in Romagna: Agathis, Forlì Ambiente, Happiness, Raviplast, Scs, Siem, Soles Tech, insieme al ricordo della figura di Denis Merloni (scomparso prematuramente nel 2018) – prima sindacalista UIL e poi Assessore della provincia di Forlì-Cesena dal 2009 al 2014 – che insieme a Pierpaolo Baroni di Confcooperative hanno intuito per primi che il WBO potesse essere una modalità fondamentale per salvare aziende in crisi e posti di lavoro.

A conclusione del lavoro trova spazio una riflessione sulle criticità psicologiche legate al WBO, racchiuse nel passaggio del capitale umano da dipendente a titolare, con riferimento al paradosso della leadership e alle sfide dell’imprenditorialità.

La ricerca si avvale della introduzione di Mauro Frangi, Presidente CFI e Cooperfidi Italia, e le considerazioni finali di Maurizio Gardini, Presidente Nazionale Confcooperative e FondoSviluppo; è stata promossa dalla Fondazione Giovanni dalle Fabbriche – Multifor ETS e finanziata da LA BCC ravennate forlivese imolese.

Come scaricarla

È possibile scaricare gratuitamente il testo in formato digitale di e-book, oppure acquistare la copia cartacea. Sul sito della Fondazione – www.dallefabbriche-multifor.it – è possibile avere ulteriori elementi e la possibilità di acquisire il testo della ricerca, secondo la modalità preferita. Il libro si trova gratuitamente anche su Amazon Kindle.