(foto di repertorio)

“Ma non bisogna dimenticare la necessità di una maggiore armonizzazione del servizio su tutta la costa”

Confartigianato della provincia di Ravenna ha appreso dagli organi di informazione che in questi giorni si stanno svolgendo incontri tra la Regione, i Comuni e le Coop Spiagge in vista della stagione 2024, e delle dichiarazioni dell’Assessore al Turismo della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini, nelle quali emerge chiaramente la volontà di creare un dialogo comune al fine di potenziare un servizio di eccellenza lungo la costa Romagnola.

“In considerazione di questa fase interlocutoria – scrive Confartigianato -, la nostra Associazione ritiene fondamentale che nella valutazione si tenga conto delle specificità territoriali e della fase di incertezza del comparto, ma non può che accogliere favorevolmente la proposta di aumentare il servizio fino al terzo week-end di settembre”.

“Tuttavia – continua -, ci preme sottolineare nuovamente la nostra proposta già presentata alla fine della stagione 2023, cioè che questo debba essere anche un’opportunità per armonizzare il Servizio di Salvamento lungo tutta la costa romagnola, prevedendo un inizio e una fine del servizio uniforme ed un coordinamento del salvataggio tra le cooperative nelle zone di confine”.

Questa prospettiva di coordinamento, per Confartigianato della provincia di Ravenna “rappresenterebbe una svolta significativa nella gestione del Servizio di Salvamento, poiché andrebbe a superare le divisioni geografiche ed a promuovere una sinergia tra le varie entità coinvolte. Un’armonizzazione dell’orario di servizio e una maggiore collaborazione tra le cooperative possono tradursi in benefici tangibili per la sicurezza e la qualità del servizio offerto a tutti i turisti che vivono le nostre spiagge”.