Visita all’azienda “RavaioliLegnami” di Villanova di Bagnacavallo, danneggiata dall’alluvione di un anno fa, poi incontro al Darsenale

A raccontare le proprie esperienze, in un incontro svoltosi al Darsenale di Ravenna, luogo in cui è in corso la mostra fotografica intitolata “Fango” di Manuela Flamigni, a Mario Benedetto, docente della Luiss e autore del volume dal titolo “La staffetta”, oltre al cavaliere Elio Bagnari, con Chiara e Angelo, suoi figli, che presiede il gruppo “Giovani imprenditori” di Confindustria Romagna, anche Franca Mentana, imprenditrice ravennate, e Licia Angeli, sua figlia e vicepresidente nazionale del “Gruppo under 40”.

Nei giorni in cui ricorre l’anniversario dell’alluvione che, a maggio del 2023, ha colpito la Romagna, a Ravenna fa tappa “GenerAzioni”, roadshow dei “Giovani imprenditori” di Confindustria nazionale, progetto in collaborazione con la Luiss business school e dedicato al passaggio generazionale.

Maria Anghileri, vicepresidente nazionale dell’organizzazione rappresentativa delle imprese manifatturiere e di servizi italiane, e Ivan Franco Bottoni, presidente regionale di Confindustria, hanno visitato l’azienda “RavaioliLegnami” di Villanova di Bagnacavallo, fortemente danneggiata dal maltempo di un anno fa, e, poi, si sono confrontati con gli imprenditori romagnoli, ascoltando testimonianze di passaggi generazionali in corso sul territorio. 

A raccontare le proprie esperienze, in un incontro svoltosi al Darsenale di Ravenna, luogo in cui è in corso la mostra fotografica intitolata “Fango” di Manuela Flamigni, a Mario Benedetto, docente della Luiss e autore del volume dal titolo “La staffetta”, oltre al cavaliere Elio Bagnari, con Chiara e Angelo, suoi figli, che presiede il gruppo “Giovani imprenditori” di Confindustria Romagna, anche Franca Mentana, imprenditrice ravennate, e Licia Angeli, sua figlia e vicepresidente nazionale del “Gruppo under 40”.

In merito all’incontro in cui sono state raccontate le esperienze degli imprenditori, si è espresso Elio Bagnari, con le seguenti parole: “Abbiamo apprezzato la vicinanza dei colleghi, e in una giornata che assume un alto valore simbolico la nostra associazione si è, da subito, mobilitata, un anno fa, creando una solida rete di aiuto tra imprese, di cui noi stessi abbiamo beneficiato, ed è importante tenere viva quella solidarietà guardando, allo stesso tempo, avanti, continuando a progettare il nostro futuro. In questo senso, il ricambio generazionale è un tema delicato e attuale su cui ragionare e ascoltare le testimonianze del territorio”, ha concluso Bagnari. 

Anche Maria Anghileri, vicepresidente nazionale di Confindustria, si è espressa in merito al tema, con le seguenti affermazioni: “Il tessuto imprenditoriale italiano è composto, per la maggior parte, da aziende familiari, e capire il passaggio di gestione da una generazione all’altra diventa indispensabile per indirizzare il futuro dell’azienda e della comunità in cui risiede. Il passaggio generazionale, inoltre, non è una questione privata, ma un elemento che dovrebbe essere centrale nel dibattito pubblico, sia per gli effetti sul sistema economico, sia per i risvolti psicologici degli attori coinvolti”, ha terminato la Anghileri. 

Infine, parola a Ivan Franco Bottoni, presidente regionale di Confindustria, che si è così espresso sul progetto dal titolo “GenerAzioni”: “‘GenerAzioni’ è un progetto che riguarda da vicino noi giovani imprenditori, che siamo spesso coinvolti in processi di transizione da una generazione all’altra. Poter avere una visione chiara da chi è riuscito a portare a termine con successo questo tipo di sfida, è fondamentale per avere una indicazione su come agire nelle nostre aziende”, ha concluso Bottoni.