Sabato 10 aprile deposizione delle corone in forma riservata, lezioni e letture online per non dimenticare

Sabato 10 aprile 2021 ricorre il 76° anniversario della liberazione di Cotignola dall’occupazione nazifascista.

Così come lo scorso anno, a causa del protrarsi della pandemia, la città si appresta a celebrare la giornata senza manifestazioni pubbliche nei luoghi della memoria, ma con iniziative che potranno essere comunque condivise da tutti.

Il programma della giornata, che si svolge in forma riservata, inizia con la deposizione delle corone e delle bandiere ai monumenti e ai luoghi della memoria a cura dell’Amministrazione comunale.

Alle 10 è possibile assistere alla lezione/conferenza tenuta da Cristina Tassi, docente della scuola secondaria “Luigi Varoli” e autrice del libro, uscito nel maggio scorso, Quarantuno di noi, storia e storie degli Ebrei di Cotignola. L’evento, a cura dell’istituto comprensivo “Don Stefano Casadio”, è aperto a tutti e può essere seguito online.

Nel nuovo canale YouTube del museo civico “Luigi Varoli” è inoltre disponibile “Una lucciola nel sole della libertà”, lettura del sindaco di Cotignola Luca Piovaccari, estratta dal libro del partigiano cotignolese Ciro Dalmonte, oltre ai tanti contributi disponibili relativi alla memoria del Novecento, all’ospitalità concessa agli ebrei in fuga dalle persecuzioni razziali e il fronte bellico sul fiume Senio.

“Pur nel rispetto delle restrizioni imposte dalla pandemia, vogliamo celebrare la nostra liberazione come merita – dichiara il sindaco Luca Piovaccari -. A partire dalla deposizione delle corone in ricordo dei nostri caduti, passando dal coinvolgimento dei ragazzi delle scuole, per poi continuare ad alimentare la nostra memoria attraverso la continua diffusione di testimonianze e materiali storici. Un impegno costante per non dimenticare e per tramandare alle nuove generazioni gli ideali alla base della nostra costituzione repubblicana nata dalla Resistenza”.