Inizia l’estate con il Festival che presenta la Romagna di oggi, raccontando quella di ieri, attraverso i suoi personaggi le storie, tradizioni e cultura del territorio

L’estate della Riviera Romagnola inizia con il Festival della Romagna a Cervia. L’ottava edizione continua nella sua tradizione di offrire una rappresentazione diretta ed emozionante del  territorio, dei suoi protagonisti e delle sue visioni culturali ed artistiche proponendo tanto divertimento. Il Festival e Cervia dopo questo lungo periodo isolati e distanziati per via del Covid propongo la bellezza della Romagna per incontrarsi, sorridersi condividere il piacere di essere romagnoli, ma soprattutto di interagire e proporsi ai turisti presenti.  A Cervia diffusamente nella città, incontri, spettacoli e performance gratuite permetteranno di vivere le migliori atmosfere culturali ed artistiche della Romagna in cinque giorni di incontri, musica, premi, mostre, spettacoli e performances con artisti, giornalisti, esperti, storici, provenienti da tutto il territorio che si ritrovano a Cervia per vivere e far vivere una indimenticabile atmosfera di festa unendo nelle serate linguaggi e performance legati alla tradizione e moderni, presentando nuovi repertori, visioni e creatività che rifletteranno  la cultura, l’arte  e le economie della Romagna.  

Ogni giorno vengono raccontate storie con i protagonisti del territorio che vivono in una terra di grandi promesse e si mettono in gioco ogni giorno per essere valore aggiunto e fonte di ispirazione.

La manifestazione che è organizzata con il patrocinio e la collaborazione del COMUNE DI CERVIA, il patrocinio della REGIONE EMILIA ROMAGNA, patrocinio e collaborazione di APT SERVIZI Emilia Romagna, è ideata e diretta da FeDa srl, è stata presentata oggi nel corso della conferenza stampa che si è tenuta al KEKO BEACH 207 tra i turisti che godono della splendida spiaggia e della location cervese. Presentazione dell’evento GABRIELE ARMUZZI  vice sindaco di Cervia,  MONICA CIARAPICA, membro del Consiglio di Amministrazione di APT Servizi Emilia Romagna, CHIARA FRANCESCONI, consigliera della Provincia di Ravenna, DANIELE BARONIO ideatore e direttore artistico del Festival, TONINO BERNABE’ presidente di Romagna Acque,  RENZO ZOFFOLI  AD Cervia Turismo, PIETRO CARUSO giornalista e saggista oltre a rappresentanti delle istituzioni, associazioni ed enti  e tutti i protagonisti dell’evento

“Grazie a tutte le persone ed ai protagonisti della Romagna che, dopo questo periodo difficile, hanno risposto con passione e voglia di essere sul palco del Festival. Arte, talenti culturali e musicali, amici che dall’Italia vengono a raccontarci come Giulietta Masina e Federico Fellini raccontavano la loro Romagna, i romagnoli in libreria permetteranno di condividere un percorso di eccellenze e serate indimenticabili. La voglia di sorridere ed incontrarsi sarà la costante di tutte le serate al festival in un connubio di musica folk e moderna nonché il rapper in dialetto, poesia e comicità, ma soprattutto un connubio generazionale che permetterà di conoscere nuovi protagonisti ed incontrare la vera ed attuale Romagna al  Festival – spiega Daniele Baronio, ideatore e direttore artistico del Festival della Romagna . L’evento unisce Cervia alla Romagna non solo simbolicamente,  ma ospitando in questa edizione i comuni di Forlimpopoli e Gambettola con le loro eccellenze culturali, agendo come vetrina del territorio. Il  ricordo a Raul Casadei ed allo scultore Gianni Cinciarini, l’inedita mostra della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, permetteranno di avere una finestra completa delle eccellenze 2021, che unita alle tele stampate dall’Antica Stamperia Pascucci 1826 ed alla collettiva di artisti  Piero Bartolini, Daniele Vitali, Lina Mongiusti, permetterà approfondimenti culturali.

Il Festival rappresenta un territorio, ma con Cervia si impegna a valorizzare un percorso da Cervia in Romagna per mettere in risalto annualmente tutte le potenzialità esistenti. Il festival alla ottava edizione è garanzia di affidabilità per chi ama o vuole amare mare ed entroterra”.

Ritorna a splendere a Cervia il Festival della Romagna, un evento di eccellenza, che giunge alla sua ottava edizione con un programma di altissima qualità – saluta con un messaggio il sindaco Massimo MedriIncontri di cultura, musica, spettacoli, enogastronomia, mostre d’arte ed esposizioni, per cinque giorni daranno l’opportunità di intrattenere, conoscere, approfondire i molteplici aspetti della nostra Romagna, una terra di fascino e suggestione, dove c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire e un tesoro da portarsi nel cuore. Siamo lusingati che il festival abbia scelto ancora Cervia come luogo in cui svolgersi e ringrazio tutti gli organizzatori, in particolare il coordinatore generale e direttore artistico Daniele Baronio.

Tonino Guerra diceva che “la Romagna ha un suo carattere particolare, ha sempre avuto una grande generosità e un occhio felice  e bello per gli altri, la Romagna è un posto dove ti senti bene”. Auguro a tutti di trascorrere bei momenti durante questo splendido festival”.

“Salutiamo con soddisfazione l’ottava edizione del Festival della Romagna. Il programma ampio e plurale, tra spettacoli, mostre, dibattiti e presentazioni di libri è in grado di rappresentare aspetti importanti dell’identità romagnola – comunica l’assessore regionale Andrea Corsini –  Quest’anno, la rassegna incrocerà i temi e i tempi di una nuova ripartenza per la nostra Regione e l’intero Paese: in questa ripresa delle attività turistiche nella quale le espressioni artistiche e culturali della Romagna sono destinate ad avere un ruolo ancora più importante”.

“Terra di accoglienza, eccellenze ed operosità, celebrare la Romagna è oggi anche un segnale di ripartenza per i settori tra i più piegati dalla crisi pandemica: il turismo e la cultura – commenta il Presidente di AiCS Bruno Molea. L’Associazione Italiana Cultura Sport ha deciso di sostenere il Festival in questa edizione così speciale proprio perché dalla Romagna parta l’ottimismo che serve oggi al nostro Paese per rimettersi in piedi”.

“La nostra terra, la Romagna, è provata da un anno difficile di pandemia. Poter tornare assieme a ritrovarci, a vivere e gustare tutta la bellezze che il nostro territorio propone è segno di ripartenza e speranza verso il futuro. Anche per questo confermiamo la nostra collaborazione con il festival dedicato alla Romagna, alla sua storia, alle sue eccellenze e sfide – afferma Tonino Bernabè Presidente di RomagnaAcque SpA – L’impegno per la coesione culturale e sociale sono gli elementi di tenuta di un territorio solidale. Valori che rivivono nel Festival, che lavora nel mettere in risalto le eccellenze ed i talenti che si trovano in questo territorio di appartenenza e fonte originaria di ispirazione. Far conoscere la Romagna ed i suoi protagonisti significa offrire al sistema turistico e non solo, una finestra delle sue qualità e potenzialità. Cervia, è uno dei suoi centri, dei suoi Comuni protagonisti, nel saper diffondere e promuovere questa capacità di creare valore condiviso”.

“Siamo tutti molto entusiasti del ritorno del Festival della Romagna, un evento che nel corso degli anni si è trasformato in un appuntamento fisso atteso da turisti e cittadini – scrive nel saluto ai presenti la Presidente dell’Assemblea Legislativa regionale Emma Petitti – Un festival in cui possiamo rivevere a pieno la bellezza della romagnolità e del nostro costume, ripercorrendo tutte le peculiarità tipiche di questa terra che fanno parte delle nostre case e che negli anni sono entrate nell’immaginario collettivo di tutto il mondo. Un mix di spettacoli, mostre e incontri capaci di unire passato, presente e futuro grazie a un filo rosso comune: la Romagna. Dopo un periodo non semplice, penso sia l’occasione ideale per rincontrarci e per mandare un messaggio di speranza e di ripresa al settore turistico, attraverso la promozione delle nostre eccellenze e della nostra identità. A nome dell’assemblea legislativa i complimenti a tutta la macchina organizzativa per aver messo a punto anche quest’anno imperdibili serate di allegria, divertimento e divulgazione culturale”.

Un anno di eventi e mostre davvero immancabili e il ricordo di personaggi che sono miti di questa terra.

Venerdì sera nella serata della tradizione ricorderemo l’indimenticato ed indimenticabile RAOUL CASADEI  con musiche e canzoni e tanti ospiti. Continuano nel 2021 le celebrazioni di FELLINI100 e il Fstival celebra GIULIETTA MASINA e FEDERICO FELLINI  in una serata con ospite la nipote FRANCESCA FABBRI FELLINI e alcuni cari amici della coppia: MILENA VUKOTIC, LEOPOLDO MASTELLONI, LIANA ORFEI che ci racconteranno questi personaggi avendoli vissuti per una vita nel loro ambiente romano. Con le mostre ricordiamo invece il Fellini dell’infanzia con la mostra

DANTE INFANTE, disegni del giocattolaio Roberto Papetti e L’INFANZIA DI FELLINI su disegnidi Onorio Bravi realizzatedall’Antica Stamperia Pascucci 1826 – Gambettola oltre alla mostra OMAGGIO DEGLI ARTISTI A FEDERICO FELLINI del Comune di Gambettola.

PREMIO ROMAGNA quest’anno a tanti protagonisti del territorio che saranno ospiti in ogni serata del Festival.

La manifestazione, ideata ed organizzata da Fe.Da. srl, cresciuta sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo,  gode  del patrocinio e collaborazione del Comune di Cervia, Regione Emilia Romagna, APT Servizi, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, Provincia di Forlì Cesena, Provincia di Rimini, Cervia Turismo, AICS Associazione Italiana Cultura e Sport, CCIAA di Ravenna, CNA, CONFARTIGIANATO, Confcommercio, Confesercenti, Asshotel, Federalberghi, Associazione Stampatori Tele Romagnole, Associazione Istituto Friedrich Schürr, E’Culturalmente Aps, Associazione Casa delle Aie, Stamperia C’era Una Volta, Musa Museo del Sale, Liceo Artistico Musicale Statale Canova di Forlì  Gambrinus Hotel  e della collaborazione di START ROMAGNA e compartecipazione di ROMAGNA ACQUE