“Carry my heart to the Yellow River”

Il programma di questa domenica e delle prossime giornate

Seconda giornata per la 21esima edizione del Festival Corti da Sogni – Antonio Ricci in programma all’arena del Sole di Lido di Classe. La biglietteria aprirà alle 20,45 mentre le proiezioni prenderanno il via alle 21,30 (biglietto di ingresso alla singola serata: 2 euro).

Il programma di domenica 20 giugno si apre con il toccante “Der watcher” in cui il regista austriaco Albin Wildner racconta le difficoltà di Raphael, disoccupato da diverso tempo, che ha accettato un impiego come guardia notturna. Wildner firma una bellissima opera dedicata a tutti coloro che coraggio affrontano tempi difficili sia economicamente che emotivamente.

Tra gli appuntamenti imperdibili della serata c’è “Inverno”, con il quale il giovane regista Giulio Mastromauro – già ospite del Festival Corti da Sogni 2019 – ha trionfato al David di Donatello e ha raccolto oltre 30 riconoscimenti nel mondo, risultando il cortometraggio italiano più premiato del 2020. Protagonista dell’opera è Timo, il più piccolo di una comunità greca di giostrai che si trova ad affrontare, insieme ai suoi cari, l’inverno più duro.

Sul fronte della sezione “Frequenze in corto” scende in gara la band ravennate dei Rigolò che presenta il videoclip “Two tickets to fly” firmato dal regista, e anche componente del gruppo, Andrea Carella. Un piccolo quadro impressionistico con immagini fortemente evocative, costruite con i suoni e i duetti canori sussurrati dai protagonisti.

Dalla Cina arriva il magnifico “Carry my heart to the Yellow River” di Alexis Van Hurkman che racconta di un solitario tour in bicicletta di una ragazza di nome Jing Yi’s. Originariamente Yi’s avrebbe dovuto pedalare insieme alla sua più grande amica che però è ricoverata all’ospedale in gravi condizioni. Yi’s non si arrende e troverà il modo di aiutare la sua amica.

A chiudere la giornata sarà il divertente e tarantiniano “The cocaine famine” dell’irlandese Sam Mc Mullen. Protagonisti di questa commedia nera sono tre improbabili giovani che attraverso le loro follie raccontano del problema della cocaina e dell’inutilità dei nazionalismi.

Per il cinema d’animazione è in programma il francese “028” firmato dai registi Caussé, Collin, Grardel, Marchand, Merle e Meyran. Il corto è ambientato a Lisbona dove una coppia di sposi tedeschi sta per salire a bordo della mitica tramvia n° 28. Ma la tranquilla escursione si trasforma in una spettacolare corsa per vie della capitale portoghese.

La manifestazione è organizzata dal circolo Sogni in collaborazione con il Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, con la Uicc, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e con la collaborazione dell’associazione Solaris.

Il programma delle giornate successive del festival. Proiezioni sempre dalle 21,30

Lunedì 21 giugno: Il fagotto di Giulia Giapponesi (Italia); Nero  di Jan-David Bolt (Svizzera); Exam di Sonia K. Hadad (Iran); He can’t live without cosmos di Konstantin Bronzit (Russia); Hanna  di Mash hu al yaman (8A-WA) di Ben David Omer (Israele); The future past   di Alan Wai – Lun Cheng (Hong Kong); Golden Minutes di Saulius Baradinskas (Lituania); Pizza Boy di Gianluca Zonta (Italia); Je fly (ITHAK) di Gasquet Justine (Francia)

Martedì 22 giugno: Traces di Pins Sebastien (Belgio); From a end a beginning di Roberta De Santis e Maurizio Masciopinto (Italia); Portraitist di Neshvad Cyrus (Lussemburgo); Santa Claus di Jieun Lee (Corea del Sud); Duodrom di Vogt Basil (Svizzera); Explosionen di Tommy Seitajoki (Finlandia); Una tradizione di famiglia di Giuseppe Cardaci (Italia); Over & Over (Substereo) di Walker Chris Angel (Germania); The heavy Burden di Yilmaz Ozdil (Turchia); Face your fears di Neil Stevens (Stati Uniti)

Mercoledì 23 giugno: The stain di Shoresh Vakili (Iran); Sigh  di Vlad Bolgarin      (Rep. della Moldavia); Hello my dears… di Alexander Vasiliev (Russia); A sister di Delphine Girard (Belgio); Ertidad di Mohammed Alhamoud (Arabia Saudita); Fucking down di Amanda Lago (Spagna); Fulmini e saette di Daniele Lince (Italia); Blu di Paolo Geremei (Italia); Handarbeit (Cover up) di Marie-Amélie Steul (Germania)

Giovedì 24 giugno: Ossigeno di Beatrice Sancinelli (Italia); Napo di Gustavo Ribeiro (Brasile); Lost and found di Andrew Goldsmith e Bradley Slabe (Australia); 400 mph di Paul-Eugène Dannaud, Julia Chaix, Lorraine Desserre, Alice Lefort, Natacha Pianeti, Quentin Tireloque (Francia); L’amore sbagliato (Giacomo Rossetti) di Francesco Faralli (Italia); Figurant di  Jan Vejnar    (Rep. Ceca); Fantastic cars di   Barney Elliot (Perù); Evento speciale Nightmare: Un coeur d’or di Simon Fillot (Francia); Pallo di Teemu Varonen (Finlandia); Sea bream à l’orange di Riccardo Cuorleggero (Italia)

Venerdì 25 giugno: Ore 21: Radio Twin Pics: “Prossimamente al cinema”. Con Luigi Distaso, Edo Tagliavini, Nevio Salimbeni e Tiziano Gamberini. Incontro sul futuro del cinema

Dalle 21,30: Funfair di Kaveh Mazaheri (Iran) ;The box di Marie-Pierre Hauwelle        (Francia); Caro nipote di Michele Bizzi (Italia); Event speciale fuori concorso: C’era una volta un re di Edo Tagliavini (Italia); 7 anni (Nicola Peruch) di Filippo Giunti (Italia); The Van di Beqiri Erenik (Francia); Song sparrow di Farzaneh Omidvarnia (Iran); Another place di Anna Radchenko e Jeremy Schaulin-Rioux (Inghilterra); Evento speciale Nightmare: CASSANDRA di David E. Tolchinsky (Usa); Hypersensible di Lewis Eizykaman (Francia); Newspaper news di Sophie Laskar (Svizzera)

Sabato 26 giugno: Proiezione e premiazione dei cortometraggi vincitori delle sezioni in concorso. Conduce la serata di premiazione il giornalista Alberto Mazzotti

Per informazioni: www.cinesogni.it , info@cinesogni.it Facebook: Circolo Sogni, Tel: 333.8481010 Arena del Sole: 0544 939942