Alle 20.45 al giardino della Biblioteca Comunale Giovanna Righini Ricci

Domani sera, sabato 24 luglio alle 20.45 al giardino della Biblioteca Comunale Giovanna Righini Ricci di Conselice, si svolgerà l’incontro “Dante presente. Viaggio nella Commedia” col poeta Francesco Sassetto. L’evento, curato dall’Associazione faentina Independent Poetry, si inserisce in un percorso più ampio che in questo 2021 l’associazione ha voluto dedicare al Sommo Poeta, in occasione dei 700 anni dalla sua scomparsa.

Nove autori, tre per ogni cantica della Divina Commedia, sono stati invitati a scegliere alcune terzine e a porle in relazione con la loro produzione in versi.

Poeti e poetesse hanno cosi realizzato, su questo tema, alcuni video con la recitazione delle terzine dantesche e i loro stessi versi ispirati alla – o dalla – Commedia. I materiali prodotti sono disponibili sul sito, sui canali YouTube e Instagram dell’associazione Independent Poetry. Tra gli autori che hanno contribuito al progetto c’è Francesco Sassetto, esperto dell’opera dantesca che ha messo a confronto alcuni suoi versi con l’Inferno di Dante Alighieri. Di questo lavoro e della produzione poetica del poeta veneziano si parlerà nell’incontro di sabato 24 luglio, che sarà condotto dal giornalista Michele Donati e presentato dalla poetessa conselicese Rossella Renzi.

Francesco Sassetto risiede a Venezia, dove è nato nel 1961. Si è laureato in Lettere presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia con una tesi sul commento trecentesco di Francesco da Buti alla Commedia dantesca. Ha collaborato in qualità di cultore della materia alla cattedra di Filologia Dantesca, con attività didattica e di ricerca ed ha conseguito nel 1998 il titolo di dottore di ricerca in “Filologia e Tecniche dell’Interpretazione”. Insegna Lettere presso il Cpia di Venezia.

Scrive componimenti in lingua e in dialetto veneziano che hanno ricevuto premi e segnalazioni. Suoi testi sono presenti in antologie e riviste, ha pubblicato cinque raccolte di poesia: Ad un casello impreciso (Padova, Valentina Editrice, 2010), Background (Milano, Dot.com Press-Le Voci della Luna, 2012), Stranieri (Padova, Valentina Editrice, 2017) Xe statrovarse, in dialetto veneziano (Samuele Editrice, Fanna, 2017), Il cielo sta fuori (Arcipelago Itaca 2020). Una silloge di poesie in veneziano, intitolata Semo fati de sogni sbregài è ospitata nel volume antologico Poeti in lingua e in dialetto. La Poesia Onesta 2007, a cura di Fabio Maria Serpilli. Sue liriche e sillogi sono ospitate in numerose antologie e opere collettive ed è presente nell’antologia L’Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila a cura di M. Cohen, V. Cuccaroni, G.Nava, R.Renzi, C.Sinicco (Gwynplaine, 2014).

Suoi testi sono presenti nelle riviste online “Versante Ripido“ e “Sagarana”, in blog e siti web.

Per informazioni e prenotazioni: 0545 986930 (lunedì-sabato ore 9-13; martedì e giovedì ore 15-18.30).