L'ingresso della biblioteca di Cervia (foto da GoogleMaps)

Alle 18 nel cortile della scuola primaria “Pascoli”, accessibile solo se in possesso di “green pass”

Giovedì 26 agosto, alle 18, nel cortile della scuola primaria “Pascoli” di Cervia (con ingresso dalla biblioteca), Roberto Litta presenterà il suo libro “Dieci racconti”, edito da “EBS Print” nel 2021. Si tratta di una serie di favole e di brevi storie illustrate dedicate a bambini e ragazzi ed inserite in un progetto che si basa sull’emergenza educativa, sul bullismo e sulle disuguaglianze formative. Il libro è dedicato ai 184 bambini della scuola elementare “Crispi” (situata nel quartiere Gorla di Milano) che morirono durante il bombardamento del 20 ottobre 1944. Per di più, i racconti sono arricchiti dalle illustrazioni realizzate dalla “Scuola del fumetto” di Cassino, in provincia di Frosinone.
Durante l’evento, accessibile solo se si è in possesso di “green pass” o di tampone con esito negativo, lo scrittore dialogherà con la bibliotecaria, Elena Naldi. Inoltre, all’incontro sarà presente l’assessora agli eventi, pace e pari opportunità del comune di Cervia, Michela Brunelli.
Per maggiori informazioni e per prenotare è necessario telefonare allo 0544 979384, scrivere una mail all’indirizzo biblioteca@comunecervia.it oppure mandare un messaggio su WhatsApp al 328 1505916.

Roberto Litta, nato nel 1966, dopo il liceo scienti­fico ha svolto studi di giurisprudenza e si è perfezionato in marketing con indirizzo business internazionale. Ha lavorato per molte importanti aziende occupandosi di finanziamenti europei e sviluppo mercati. Sin da ragazzo ha conservato intatta una forte passione per la storia e un grande spirito di osservazione sulla politica e sulla nostra società contemporanea. Autore di soggetti per il teatro (“Racconti di Tango” nel 2009, “Storia d’Italia in disordine perfetto” nel 2010 e “La giusta violenza” nel 2017), nel 2012 arriva al grande pubblico con il romanzo storico “L’uomo che vive due volte”. Con l’opera “Dieci Racconti” ha deciso di avviare un progetto itinerante in Italia per il rilancio e la diffusione della letteratura per ragazzi, volta a contrastare il fenomeno del bullismo e dell’emergenza educativa. Nel 2021 gli sono stati conferiti il premio “Città di Piancastagnaio” per l’opera “L’uomo che visse due volte” ed il premio “Maurizio Maestrelli” per essersi distinto in fair play e professionalità.