L'artista milanese Cuboliquido, autore del graffito dantesco che verrà presentato domani

Appuntamenti col premio “Dante-Ravenna 2019”; la presentazione dell’opera di Cuboliquido e una serata “Dante-Liszt”

La penultima giornata della decima edizione di “Dante2021”, in programma per domani, venerdì 10 settembre, è tutta ai chiostri francescani, nel cuore della “zona del silenzio” di Ravenna che ha per baricentro la tomba del poeta. Tre gli appuntamenti, col primo previsto alle 17.15 e l’ultimo alle 21, tutti ad ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Di seguito il programma degli eventi di domani:

  • alle 17.15, nei chiostri francescani, spetterà al presidente onorario della “Crusca” Nicoletta Maraschio introdurre il premio “Dante-Ravenna 2019”, assegnato allo storico della lingua Gian Luigi Beccaria ma impossibilitato a ritirarlo nel 2019. Eminente storico della lingua, accademico dei “Lincei” e della “Crusca”, Beccaria è noto al grande pubblico anche per la partecipazione alla trasmissione televisiva “Parola mia” accanto a Luciano Rispoli. Inoltre, ha affiancato raffinati studi linguistici sulla letteratura alta a ricognizioni, non prive di passione, su forme linguistiche di culture “minori”, dedicandosi a ricerche sui linguaggi che scompaiono e sul patrimonio legato a miti e credenze della civiltà contadina. Gli studi di Beccaria hanno, così, offerto un contributo fondamentale all’approfondimento della conoscenza della lingua italiana e alla coscienza linguistica degli italiani, anche attraverso volumi più divulgativi
  • a seguire, dopo giorni di lavoro, sarà svelato “Malebolge per sempre”, graffito dantesco creato dall’artista milanese Cuboliquido. Consapevole di quanto la street-art in Italia debba alla più antica tradizione dei “madonnari”, gli artisti itineranti che sin dal sedicesimo secolo creavano immagini sacre con la tecnica del gesso su sagrati e piazze, il milanese ha scelto di lavorare con tecniche anamorfiche, raccogliendo straordinari e sorprendenti risultati dal punto di vista degli inganni e degli effetti ottici e del 3D. Cuboliquido, dopo aver cominciato la propria carriera nel campo dell’animazione; dell’illustrazione digitale e dei contenuti web (con collaborazioni, tra le altre, con la “Rai”; “MTV”; “Dolce&Gabbana” e “YouTube”), si è dedicato alla street-art. Oggi partecipa ai maggiori festival nel mondo, con vari suoi lavori conservati in importantissimi monumenti (due nella basilica della Natività, a Betlemme; e uno nei santuari della nostra Signora di Guadalupe, a Città del Messico)
  • alle 21, per la “Symphonie zu Dantes Divina Commedia” di Liszt, nella trascrizione autografa per due pianoforti, il maestro Michele Campanella, uno dei maggiori interpreti del compositore ungherese, verrà affiancato dalla pianista Monica Leone e dall’ensemble vocale dell’accademia d’arte lirica di Osimo, otto voci guidate da Alessandro Benigni. Campanella avverte: “Non mi chiamate pianista, preferisco il termine ‘musicista’: con il primo si pensa alle mani, con il secondo al cuore e al cervello”. Due ingredienti, il cuore ed il cervello, indispensabili per esplorare l’intensa attenzione di Liszt per la cultura italiana e, quindi, le connessioni con la “Commedia”. Per intrecciare i versi alle note interverrà anche l’atrice Sonia Bergamasco che, accanto a una ricca carriera teatrale, cinematografica e televisiva (premio “Nastro d’argento” per “La meglio gioventù” di Marco Bellocchio e interprete di Livia ne “Il Commissario Montalbano”), vanta un diploma proprio in pianoforte al conservatorio di Milano

Il festival si concluderà, poi, sabato 11 settembre, con altri tre appuntamenti, in programma dalla mattina alla sera:

  • alle 11, alla “Casa Matha”; il paleo-ecologo e zoologo Marco Masseti analizzerà la zoologia della “Commedia”
  • alle 18, nei chiostri; Antonio Patuelli presenterà il governatore della banca d’Italia Ignazio Visco per un discorso sul tema “Note sull’economia di Dante e su vicende dei nostri tempi” 
  • alle 21, il premio “Dante-Ravenna 2021″ sarà assegnato a Enrico Mentana e, con lui, converserà Riccardo Gualdo (dell’università della Tuscia e dell'”Accademia della Crusca”). Edoardo Buroni, dell’università statale di Milano, invece, introdurrà il premio “Parole e Musica”, destinato a Mogol

Per maggiori informazioni, per visualizzare il programma completo degli eventi e per vedere in streaming gli eventi ai chiostri e nella sala Corelli è necessario visitare il sito web www.dante2021.it, telefonare al 351 6388442 oppure inviare una mail all’indirizzo [email protected]. Per accedere agli eventi, da un’ora prima, come da normativa, è necessario possedere il “green pass”.